In seguito alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto legge 18/2020, ovvero il decreto “Cura Italia”, la questione legata alle assicurazioni RC auto è stata finalmente chiarita. Non è stata quindi varata nessuna sospensione ma, bensì, un prolungamento della validità del certificato oltre la scadenza. 

Secondo la legge, infatti, il periodo di validità è fissato in 15 giorni ma, con il recente decreto Cura Italia, quest’ultimo è stato prolungato di 15 giorni extra. Il prolungamento del temine di scadenza definitivo dell’assicurazione, però, è destinato esclusivamente ad auto e moto che avevano una rata in scadenza nel periodo che va dal 21 febbraio al 30 aprile 2020. Secondo delle recenti stime, dunque, saranno oltre 8 milioni i consumatori Italiani che usufruiranno di questo beneficio economico. Scopriamo quindi di seguito tutte le ultime novità

RC Auto: prorogata di 15 giorni la validità del certificato

Come accennato poco prima, quindi, tutte le compagnie assicurative saranno tenute a mantenere validi i contratti assicurativi fino al rinnovo delle nuove polizze, così come previsto all’articolo 170-bis, comma 1, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209.

Chi si ritroverà a pagare l’RC Auto dopo la scadenza, ma entro i 30 giorni previsti dal decreto legge, si ritroverà quindi difronte a queste due strade:

  • rinnovare il contratto di assicurazione con la stessa compagnia, saldando la mensilità pregressa e poi la nuova polizza che avrà come decorrenza la scadenza della polizza originaria.
  • sottoscrivere un nuovo contratto di assicurazione con altre compagnie, aggiornando la data di scadenza di quella nuova a decorrere dal momento del pagamento.

Tutti gli eventuali sinistri che verranno effettuati nel periodo che va dalla scadenza della vecchia copertura fino al l’attivazione della nuova, saranno quindi a carico della prima compagnia. Di conseguenza, quindi, non viene stravolto lo status quo.