computer-coronavirus

Medici e studiosi di tutto il mondo stanno lavorando incessantemente per trovare una cura contro il coronavirus. Ogni mezzo utile per velocizzare questo processo potrebbe essere prezioso e determinante. Per questo motivo, Summit sta lavorando alla ricerca di una cura al massimo della sua velocità. Ecco tutto ciò che sappiamo.

Cos’è Summit, come funziona e cosa ha scoperto sul virus

Summit, detto anche OLCF-4, è un supercomputer ad altissima velocità, sviluppato da IBM (International Business Machines Corporation). È realmente il computer più veloce al mondo, e in questo momento sta analizzando il maggior numero possibile di sostanze chimiche. Per quale motivo? Le sostanze giuste potrebbero essere utilizzate per creare il vaccino per sconfiggere il coronavirus.

Questo computer le analizza con estrema velocità e al momento attuale ne ha rilevate 77 che potrebbero impedire al virus di attaccarsi a cellule ospiti. La velocità di analisi del computer, permette di osservare più facilmente le reazioni di queste sostanze al virus, permettendo di risparmiare tempo e denaro da parte dei laboratori. La sua velocità potrebbe restringere il campo alle giuste sostanze, prima del previsto.

Il modo in cui questa grande Intelligenza Artificiale abbia rilevato queste sostanze è prezioso. Perché se davvero tra queste ne esistono alcune che impediranno al virus di infettare l’essere umano, potremmo finalmente tornare a una vita normale, presto. Se si trovasse la giusta formula per un farmaco, potrebbe diventare un vaccino efficace. Naturalmente il processo richiederà ancora tempo e impegno, ma è un sollievo sapere che esistono strumenti del genere a contribuire alla scoperta che tanto attendiamo.