BolloTanti automobilisti italiani vivono un momento di smarrimento di fronte all’evenienza di pagamento per il bollo auto. Entro la fine del mese di Marzo parecchi connazionali saranno chiamati a versare la quota regionale per la tassa di possesso del veicolo agli uffici pubblici competenti. Ad ogni modo sono chiusi causa emergenza Coronavirus ed in rete è iniziata la discussione sul “Come pagare il bollo” senza subire aumenti.

L’Automobile Club d’Italia riaprirà soltanto dopo il 3 Aprile 2020 secondo quanto confermato da una circolare interna voluta a scopo cautelativo. Sul sito web annuncia che:

“In applicazione delle nuove norme per il contenimento del Coronavirus, saranno chiusi al pubblico in tutta Italia fino al 3 aprile gli sportelli del Pubblico Registro Automobilistico, quelli adibiti alla gestione delle tasse automobilistiche e i relativi uffici per le relazioni con il pubblico” .

Come possiamo fare, quindi, per saldare il conto? In tanti modi. Ecco quali sono.

 

Come pagare il bollo auto anche con sportelli ACI chiusi

Il modo più semplice e veloce per pagare il conto è il servizio online accessibile direttamente all’utente previa consultazione della sezione Sportelli Telematici dell’Automobilista, Qui sono presenti le pratiche digitali per il saldo conto, disponibile per utenti registrati e nuovi clienti.

Si precisa che il bollo auto non è sospeso ma continua a rappresentare una delle tasse più odiate di sempre. Anche gli uffici postali stanno garantendo continuità di servizio, secondo quanto definito dal Decreto Ufficiale emanato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Si può quindi procedere per via Internet o tramite sportello Poste Italiane specificando i dati personali e quelli relativi al veicolo in proprio possesso: Regione, Provincia di residenza, tipo di veicolo, targa e telaio.