coronavirus ps5 e xbox series x

L’epidemia del Coronavirus continua il suo percorso trasversale e colpisce altri settori che non hanno una diretta correlazione. Purtroppo il numero dei morti ha superato i record terribili della Sars, e sebbene non è così elegante parlare di cose meno importanti, l’attualità c’impone d’informarvi che anche il debutto delle console di nuova generazione  Sony PS5 e Xbox Series X potrebbe slittare.

In realtà tutti colossi della telefonia e dell’entertainment stanno ammettendo difficoltà nel mantenere una produzione e una circolazione delle merci accettabile. Dunque se anche Apple e Nintendo hanno dovuto fronteggiare un ritardo, è lecito che lo scoppio dell’epidemia di Wuhan e le fabbriche in Cina possano rallentare anche Sony e Microsoft.

 

Coronavirus colpisce ancora: a rischio l’uscita di PS5 e Xbox Series X

Nintendo Switch, il nuovo iPhone e le prossime PlayStation e Xbox sono tutti prodotti nelle fabbriche cinesi, e parlando di console next-gen non è solo la data di lancio a soffrire gli effetti del virus. È possibile infatti che se anche Microsoft e Sony dovessero comunque riuscire a rispettare i tempi prefissati e di cui siamo ancora all’oscuro, il quantitativo di console da immettere sui mercati mondiali non sarebbe sufficiente a soddisfare l’enorme domanda iniziale.

Alcuni esperti del settore affermano che quasi il 50% della produzione di videogiochi passa dalla Cina, mentre sostengono senza possibilità di smentita che il 100% dell’hardware proviene dalla fabbriche cinesi. Proprio a causa del Coronavirus, la stampa specializzata riporta che alcuni team di sviluppo con sede in Cina hanno dovuto rimandare il lancio dei loro giochi a data da destinarsi.

Tornando a Sony e Microsoft, allo stato attuale non possiamo dunque escludere che la situazione possa complicarsi ulteriormente. Di conseguenza PS5 e Xbox Series X potrebbero davvero non vedere la luce presto.