Il device più utilizzato quotidinamente da milioni di persone, ovvero lo smartphone, potrebbe diventare la trappola ideale per spiare tantissimi clienti. Questi ultimi sono informati su questa eventuale possibilità ed è per questo che è importante conoscere le tematiche riguardanti la privacy.

Oltre a spiare un account social o la propria casella di posta elettronica, qualche malvivente può decidere di intercettare qualche smartphone. L’indiscrezione arriva direttamente dagli Stati Uniti d’America e sembra aver creato una vera e propria suspence.

Vista l’importanza della privacy al giorno d’oggi, abbiamo la possibilità di salvaguardare il nostro smartphone, o quantomeno possiamo capire se il nostro device sia sotto controllo.

 

Smartphone intercettati: quello che bisogna fare

Se qualcuno è interessato a capire chi ci sia dietro ad un eventuale intercettazione sul proprio smartphone deve seguire una serie di passi che risulteranno essere decisivi. Innanzitutto, la procedura è più semplice di quello che si pensa e non è obbligatorio installare sul proprio telefono un software da terze parti.

Da quello che ci risulta e visti i risultati si può farne anche a meno, basta soltanto inserire delle stringhe di cifre e simboli nel dialer del proprio smartphone. Ecco di seguito i dettagli:

  • Per capire se è attiva la deviazione di chiamate e messaggio verso un altro numero (differente dal nostro) bisogna digitare *#21#.
  • Se la risposta è positiva digitare *#62# per scoprire a quale numero siano indirizzate.
  • Coloro che possiedono uno smartphone Android, possono digitare al termine di questa fase il codice *#*#4636#*#*, in modo da avere tutta la situazione completa riguardante il numero di cellulare e il tipo di device utilizzato.