raiSe siete arrivati nella nostra pagina, sicuramente avrete letto in rete della possibilità di una abolizione definitiva di bollo auto canone Rai, le due tasse più odiate dalla maggior parte degli utenti del nostro paese. Ebbene, ci dispiace confermarvi l’infondatezza di una simile notizia, ricordandovi a tutti gli effetti che saranno da pagare anche nel 2020. Ma per quale motivo non può essere applicata?

Per comprendere appieno la portata dobbiamo fare un piccolo passo indietro e spiegare quali sono i significati delle suddette imposte. Il bollo auto, definito anche come tassa di circolazione o di proprietà di un mezzo, viene versata annualmente alle Regioni dai proprietari di un veicolo (sia ciclomotore, motoveicolo o simili), con cifre variabili in relazione alla potenza dello stesso. L’unica cosa di cui siamo certi è che genera un gettito fiscale nelle casse dello Stato di circa 6 miliardi di euro.

Il canone Rai è invece la tassa di possesso di una apparecchiatura televisiva, consta nel pagamento di 100 euro all’anno addebitati tramite le bollette dell’energia elettrica, tutti la devono pagare, a meno che non abbiano meno di 75 anni o un reddito inferiore a circa 7000 euro annui. Il guadagno per lo Stato si aggira attorno agli 1,5 miliardi di euro.

 

Canone Rai e Bollo Auto: la notizia purtroppo non è positiva

7,5 miliardi che ogni anno versiamo allo Stato sono fondamentali, sopratutto nel periodo corrente, in cui ci troviamo di fronte a grandissime difficoltà economiche (basti pensare al debito pubblico o al temuto aumento dell’IVA). Di conseguenza è altamente improbabile anche lontanamente credere che possano rinunciare ad un guadagno sicuro, quando il singolo euro potrebbe fare la differenza.