smartphone

Gli smartphone sono nocivi per il corpo umano? Il corpo assorbe tutte le radiazioni che rilasciano? Sono numerose le domande provenienti da persone di tutto il mondo, sempre più preoccupate degli smartphone e della loro nocività.

In tutti questi anni gli scienziati hanno condotto diversi studi a riguardo, ma nessun risultato ha mai rivelato informazioni concrete. Ci sono tantissime associazioni in tutto il mondo che si occupano di questi studi e ad attirare l’attenzione in particolar modo è l’analisi condotta dalla Fondazione per la ricerca sul Cancro (AIRC). Eccovi svelati maggiori dettagli a riguardo.

Smartphone e tumori: ecco cosa rivela lo studio condotto dall’AIRC

Secondo quanto dicono i risultati dell’ultima analisi condotta, gli smartphone non presentano nessuna correlazione con i tumori. A quanto pare, i dispositivi non possono dare vita ad alcuna malattia grave.
L’associazione ha effettuato le sue analisi sui device mobile e, secondo i risultati, le radiazioni che rilasciano sono di tipo non-ionizzate. L’associazione, però, specifica che non possono non esserci comunque dei rischi.

Fortunatamente ci sono alcune regole da seguire per evitare di assorbire totalmente le radiazioni rilasciate dal proprio smartphone. Fra le tante, sono molto importanti da seguire le seguenti:

  • Utilizzare le cuffie o il vivavoce durante le chiamate telefoniche, soprattutto per quelle conversazioni telefoniche lunghe.
  • Non caricare il proprio smartphone durante la notte vicino il proprio letto e il proprio corpo.
  • Non conservarlo nelle tasche dei jeans o nelle tasche interne delle giacche. E’ consigliato evitare il contatto con organi importanti come il cuore o con le parti intime.

In assenza di risultati concreti e univoci sarebbe meglio seguire questi piccoli consigli per evitare, così, di assorbire una quantità di radiazioni elevata.