Renault Ford

Durante gli ultimi anni, Ford e Renault, due colossi del mondo automobilistico conosciuti in tutto il mondo, hanno acquisito la fiducia di milioni di automobilisti sparsi in ogni angolo del globo. Non a caso, infatti, in seguito a molteplici test drive, la critica mondiale ha valutato le vetture dei due Leader, considerandole in assoluto automobili di ottima fattura.

Secondo recenti indiscrezioni, però, pare che le due aziende siano state colpite da un gravissimo scandalo che sta letteralmente logorando l’immagine di queste ultime. Nel caso di Ford, il colosso Americano è stato incolpato di aver immesso sul mercato delle automobili con molteplici problemi alle batterie che, stando ad alcuni recenti test, potrebbero generare dei pericolosi corti circuiti con conseguente incendio completo del veicolo. Nello specifico i veicoli coinvolti nello scandalo sono Ford Mondeo e Ford S-Max. 

Renault: un grave problema ai motori mette a rischio oltre 400.000 veicoli

A differenza di Ford, nel caso di Renault il problema sembra essere molto più grave del previsto. A quanto pare, infatti, oltre 400.000 veicoli rischiano la rottura improvvisa del motore a causa di un eccessivo consumo eccessivo dell’olio all’interno di quest’ultimo.

Stando a quanto dichiarato dalla nota testata giornalistica Francese QueChoisir, però, l’azienda si sarebbe difesa affermando che il problema, in realtà, è dovuto all’eccessiva usura del motore e non ad un difetto di fabbrica. Nel frattempo ecco di seguita la lista dei veicoli a rischio:  

Renault (motore 1.2 TCe 115, 120 e 130 ch)

  • Captur
  • Clio 4
  • Kadjar
  • Kangoo 2
  • Mégane 3
  • Scénic 3
  • Grand Scénic 3

Dacia (motore 1.2 TCe 115 e125 ch)

  • Duster
  • Dokker
  • Lodgy

Mercedes (motore 1.2 115 ch)

  • Citan

Nissan (motore 1.2 DIG-T 115 ch)

  • Juke
  • Qashqai 2
  • Pulsar