wind tre

Wind Tre sembra aver completato con successo il faticoso percorso d’integrazione tra le due realtà aziendali, avendo ormai a disposizione per i suoi clienti una rete unica dalla potenza e dalla stabilità accettabili, come già visto nella coda del 2019.

La rete è stata completamente aggiornata grazie al super lavoro effettuato dal partner commerciale ZTE insieme all’aiuto di Ericsson, con la creazione di una struttura che oggi consente una copertura più capillare e prestazioni decisamente migliori.

 

Wind 3 chiude un’ottima annata: nel 2020 sarà sempre più affidabile

Quando si parla di down di rete, tutto sommato Wind Tre ha mostrato una stabilità che ha ridotto sensibilmente i guasti, al punto che l’operatore ha finalmente raggiunto la cosiddetta “network parity” con TIM e Vodafone. Dunque, facendo una macro della qualità del servizio lungo il 2019, la rete Wind Tre ha retto tranquillamente il confronto con le altre, e guarda al futuro 2020 con un marcato ottimismo.

Il prossimo anno la partnership con Fastweb diventerà pienamente operativa e si percepirà un generale miglioramento dei servizi su telefonia mobile e fissa. La controllata da Swisscom fornirà le infrastrutture in fibra a supporto dei ponti radio di Wind Tre, la quale a sua volta fornirà a Fastweb un servizio in roaming sulla propria rete per gestire insieme il 5G.

In questo modo, la Super Rete Wind Tre insieme a Fastweb sarà l’infrastruttura di rete più strategica per il mercato mobile, ospitando in assoluto il maggior numero di utenti in Italia. La Super Rete è ovviamente la punta di diamante che Wind Tre vuole giocarsi anche sul mercato business, ancora fortemente in mano a TIM e poi Vodafone.