boeing-737-next-genBoeing si trova nuovamente esattamente nell’occhio del ciclone, i problemi legati al Boeing 737 sembrano non finire mai, trascinando con sé un’azienda che ha sempre fatto della trasparenza e dell’affidabilità i propri punti di forza e non solo.

In questo periodo una delle più importanti realtà al mondo sta trascorrendo davvero un bruttissimo momento, tutto è legato ai recenti disastri aerei che hanno purtroppo causato la morte di oltre 340 passeggeri. Ciò che ha portato l’aeromobile a schiantarsi al suolo pare essere un problema legato al software che controlla lo MCAS, il sistema anti-stallo che cerca di aiutare il pilota ad evitare di trovarsi in una situazione di questo tipo. Sfortunatamente, a causa di un malfunzionamento, si è attivato nel momento sbagliato, causando di conseguenza la picchiata e la caduta direttamente al suolo (nemmeno il pilota più esperto sarebbe stato in grado di risollevarne le sorti).

 

Boeing: tutti i problemi dell’azienda

Tutto è stato peggiorato da due fattori molto importanti: prima di tutto Boeing aveva, nei mesi precedenti al disastro, disattivato la spia di segnalazione del malfunzionamento dell’MCAS senza un motivo apparente (se fosse stata attiva, molto probabilmente il pilota sarebbe stato in grado di risolvere la situazione). In secondo luogo sono emerse conversazioni tra dipendenti Boeing molto preoccupanti, secondo un collaudatore il MCAS sarebbe già stato inaffidabile e fuori controllo addirittura 2 anni prima del disastro (avrebbe detto di sentirsi come se avesse “mentito ai regolatori”).

E’ chiaro che tutto questo non fa altro che gettare benzina sul fuoco, alimentando una situazione davvero poco favorevole per l’azienda.