Non è mai facile abbandonare l’idea che non si può più ricorrere alla famosa storia della buonanotte, ma grazie a Google Assistant questo non sarà più un problema di cui preoccuparsi. È possibile simulare la lettura dei racconti ai propri figli quando non sono presenti in casa. Sicuramente un’ottima funzione per le famiglie che per un motivo o per un altro, non possono convivere nella stessa abitazione.

Ciò è consentito tramite una registrazione che consentirà agli utenti di leggere storie. Tali storie saranno accessibili all’ascolto tramite gli altoparlanti intelligenti Google Nest.

Prendi una tazza di latte caldo, rannicchiati con una coperta e dì: “Ehi Google, raccontami una favola con MyStoryTime” per riprendere da dove avevi interrotto la notte prima.

 

Google Assistant: dove è possibile reperire i file e la condivisione che viene proposta

Gli utenti possono anche caricare file audio esistenti su MyStorytime.com e collegarsi tramite il tuo account Google. Ti verranno chieste inoltre una serie di registrazioni per accedere alla funzione.

Successivamente sarà possibile mettere in ascolto la storia che più desideriamo. C’è la possibilità di dividerla in capitoli e per ognuno è possibile riportare un titolo. Come detto prima, l’utente può riprendere anche da quello che stava ascoltando prima proprio grazie alla registrazione di ciò che ascoltiamo che si effettua in automatico dal sistema. Tutte le registrazioni vengono salvate nel cloud, accessibili solo da te e da coloro con cui le hai condivise quindi possono considerarsi al sicuro. Google Nest avrà l’unico accesso a tali informazioni e avrà la possibilità di scaricarle o eliminarle a suo piacimento.