Sim clonate truffe credito residuo

Una nuova truffa si sta diffondendo tra le linee telefoniche degli utenti appartenenti a Tim, Wind, 3 Italia e Vodafone provocando chiari problemi di sicurezza. Questa volta i cyber criminali hanno deciso di cercare di clonare le SIM degli utenti al fine di eludere in un modo o in un altro le home banking collegate proprio a quei numeri telefonici e truffare ugualmente delle povere vittime. Purtroppo sono stati diversi i casi relativi alle SIM clonate in Italia e proprio per questo motivo oggi risulta importante informarsi e capire come tutto ciò possa essere possibile.

SIM clonate per derubare i conti correnti: attenzione a cosa si pubblica sui social network

Al fine di ottenere un duplicato della SIM, i cyber criminali hanno ben pensato di richiedere agli operatori nazionali aiuto in modo veramente semplice e, dopotutto, legale. Difatti, attraverso l’invio della apposita documentazione redatta con i propri dati personali questa operazione è più semplice del previsto, soprattutto grazie ad un particolare ben preoccupante.

Come ci si può immaginare, all’interno della documentazione sono richiesti dei dati estremamente personali e che, in fin dei conti, nessuno dovrebbe conoscere al di fuori della propria persona. Nonostante ciò, molte volte i cybercriminali riescono a completare questo tentativo di truffa grazie, proprio, alla collaborazione fornita dalle stesse vittime. Com’è possibile? Beh, oramai la privacy è andata via via a ridursi fino a diventare inesistente ed il tutto per merito dei social network; per essere più precisi, molti soggetti oramai trattano i propri profili online come se fossero dei veri e propri diari personali pubblicando foto, informazioni e talvolta anche documenti come se non ci fossero rischi alcuni. Proprio grazie a queste informazioni queste truffe possono essere realizzate nei più facili dei modi mettendo in pericolo la propria persona e finanche i propri risparmi.