Il motore termico diesel potrebbe essere davvero più ecologico di un rivoluzionario motore elettrico, non siamo noi ad essere impazziti, ma è quanto è emerso da uno studio condotto nell’ultimo periodo sulle emissioni dalla produzione all’utilizzo delle automobili di nuova generazione.

Non fraintendeteci, le macchine elettriche rappresentano il futuro per il nostro mondo, sono al 100% ecologiche e a zero emissioni; lo studio di cui vi parliamo ha però posto l’accento su una problematica a cui molti di noi non darebbero importanza, ovvero la produzione e lo smaltimento delle batterie utilizzate nelle auto stesse.

E’ sotto gli occhi di tutti l’adozione, da parte delle aziende produttrici, del carbon fossile come metodo di approvvigionamento di energia. Ciò comporta quindi un inquinamento ai massimi livelli, non tanto nell’utilizzo dell’auto stessa, quanto proprio nella produzione e nell’assemblaggio delle componenti.

Leggi anche:  Diesel: se inquinassero meno potremmo salvare 4.000 persone in USA

 

Diesel vs Elettrico: ecco gli ultimi dati trapelati

Per darvi un’idea di quanto stiamo affermando sono stati effettuati alcuni calcoli: ad oggi una Mercedes C220d con motore diesel emette 142g di CO2 per chilometro percorso, la produzione e lo smaltimento delle componenti della Tesla Model 3 possono essere considerate come l’emissione di 165g di CO2 per chilometro percorso.

Arrivati a questo potete facilmente capire quanto sia l’ecosistema ad essere completamente sbagliato, ci stiamo spingendo giustamente verso l’utilizzo di automobili sempre più eco-friendly, ma dovremmo anche puntare l’attenzione verso le aziende che le producono. Possedere un’auto a zero emissioni è sicuramente positivo, perdere però tutto il guadagno sull’inquinamento nella produzione e nello smaltimento, appare davvero come un controsenso.