calibrare batteria AndroidLa vita media di uno smartphone Android è piuttosto breve. Spesso il fatto di cambiare telefono ogni due o tre anni è dovuto agli oneri per la sostituzione della batteria che fanno desistere da un intervento di assistenza. Si finisce col cambiare dispositivo senza sapere che esiste un trucco che consente di posticipare il pensionamento.

Aumentare l’autonomia è possibile sfruttando un’apposita procedura che ci guida alla calibrazione della batteria. I device del robottino verde, rispetto agli iPhone di Cupertino, sono infatti soggetti ad errori di lettura dei dati delle celle. Si finisce per avere il riporto del 100% quando, invece, abbiamo solo la metà della carica disponibile. Una situazione del genere non è auspicabile. Ecco come si risolve in un attimo.

 

Come fare la calibrazione Android della batteria

Calibrare la batteria significa ripristinare il sistema addestrandolo ad una lettura affidabile della percentuale di carica residua. Per paragone prendiamo un’automobile. Immaginiamo di avere a disposizione metà serbatoio ma la lancetta segna il pieno. Per Android funziona grosso modo alla stessa maniera. Dobbiamo rimettere tutto a posto per evitare guai. Si procede in questo modo:

  • utilizzare lo smartphone fino a portare la batteria a completo esaurimento (il telefono non deve riuscire a completare il boot)
  • inseriamo il caricabatterie
  • lasciamo il telefono in carica fino al 100% con caricabatteria connesso
  • continuiamo a caricare aspettando ulteriori 2-3 ore dopo la ricarica completa
  • trascorso questo tempo stacchiamo il cavetto per 10-15 minuti lasciando spento il dispositivo
  • adesso ricolleghiamo il cavo (smartphone ancora spento) per ulteriori 10-15 minuti
  • con ancora il telefono in carica accendiamolo fino a completare l’accesso al sistema
  • adesso stacchiamo il caricabatterie
Leggi anche:  Android DNS: cosa sono e perché è importante cambiarli subito

Per assicurarci che il problema iniziale non dipenda dall’hardware possiamo consultare anche le statistiche sull’uso della batteria da parte del sistema. In questo caso teniamo in considerazione i dettagli che si ottengono da  Impostazioni > Info Telefono > Stato Batteria.

Si consiglia di effettuare tale procedura utilizzando la ricarica rapida. In questo modo la questione sarà risolta in breve. Eventualmente è consigliabile ripetere l’operazione un paio di volta e periodicamente con scadenza mensile. Tutto ciò evita che le celle si spengano rimanendo inattive. Si ricorda, infine, che è sempre opportuno evitare ripetuti cicli di carica e scarica e di mantenere il livello entro il range 20 – 80% per assicurarsi di avere sempre uno smartphone in salute.