Facebook

Il social network Facebook ha recentemente deciso di espandere il proprio servizio, negli Stati Uniti per il momento, di notizie locali, chiamato Today In, lanciato all’inizio del 2018.

Al momento le città americane coperte da questo servizio sono salite da 400 a 6 mila. Speriamo che un giorno possa sbarcare anche in Europa ed in Italia, sicuramente sarebbe molto comodo per la maggior parte degli utenti. Ricordiamoci come funziona.

 

Facebook espande il proprio servizio di News Locali

Il servizio è in collaborazione con le maggiori testate giornalistiche, scuole, istituzioni ed associazioni. Si tratta di un aggregatore di notizie locali di cronaca e politica, informazioni su persone scomparse e un servizio per informare delle chiusure delle strade. Gli utenti non lo vedono automaticamente nella propria bacheca, ma devono attivarlo tramite una funzione. Fino ad ora, secondo la piattaforma, 1.6 milioni di persone hanno scelto di attivare questa opzione e ricevono quindi notizie da circa 1.200 editori ogni settimana.

Leggi anche:  Facebook: partiti i test per nascondere i Like in Australia

Il servizio Today In non ha redattori in carne ed ossa, ma si serve di un software particolare che permette di filtrare i contenuti indesiderati e riceve anche input dagli editori per capire quali sono le notizie che funzionano e quelle che invece verranno lette di meno. Il social network non paga alcuna licenza o condivide guadagni.

Secondo il responsabile delle partnership di Facebook, Campbell Brown, la piattaforma ha la responsabilità di supportare il giornalismo. Secondo lui le notizie locali sono la forma di giornalismo più importante, almeno per il momento. Secondo una ricerca dell’Università della Carolina del Nord, negli ultimi 15 anni, 2.800 giornali hanno chiuso negli USA.