stangata rc auto banche bollette telefoniche

Si preannuncia un settembre amaro per tutti gli Italiani appena rientrati sul posto di lavoro, poiché in molti settori di consumo sono previsti aumenti e rimodulazioni. In testa abbiamo la telefonia mobile, l’assicurazione RC Auto e Moto, i conti bancari, le pay tv e la bolletta della luce.

Questo scenario si prospetta secondo uno studio di agosto 2019 che potete consultare su SOSTariffe, e ora analizziamo insieme le singole voci. Partiamo dalle bollette, poiché al nostro rientro dalle vacanze troveremo rincari di circa 1,5% sul prezzo totale. Non è tantissimo ma è comunque una notizia che non piace ricevere a nessuno.

 

Aumenti: ecco la stangata su RC Auto, Banche e Telefonia

Ma è sul comparto assicurativo che dovremo preoccuparci di più, poiché la RC auto e Moto sarà più cara di un 14% in media sulle polizze annuali. Le fasce di età più colpite saranno gli under 35 e i neo patentati, mentre le famiglie con conducenti over 50 potrebbero subire solo un 5,70% medio di aumento.

Venendo al comparto della telefonia fissa e mobile, le bollette dei cellulari potrebbero subire dei rincari sino al 28% rispetto al canone precedente per tariffe che prevedono un bundle con 1000 minuti, 300 sms e 8 GB mensili.

Tra tutti i rincari previsti, le pay tv saranno il comparto con meno rimodulazioni, poiché a settembre l’aumento medio dovrebbe attestarsi sul 1,5% per i pacchetti con calcio e serie Tv. Al contrario, quasi non si accorgeranno della variazione le famiglie, il cui pacchetto pay TV particolarmente ricco potrebbe subire solo uno 0,80% in più.

Non si salvano nemmeno i conti bancari, poiché i rincari di settembre colpiscono in misura proporzionale i correntisti che si distinguono per molte operazioni online e poche a sportello e viceversa. Chi predilige l’operatività da casa o in mobilità subirà un aumento medio del 11%, mentre le famiglie che optano per un conto bancario che offra più operazioni in filiale e a sportello avranno rincari davvero bassi pari al 1,65%.