Subito dopo aver annunciato il proprio sistema operativo mobile HarmonyOS durante la sua conferenza degli sviluppatori, Huawei ha dimostrato impegno nei confronti di Android. La società ha svelato l’ultima iterazione di EMUI, numero 10.0, basata su Android Q.

Una versione beta di essa arriverà sulla serie Huawei P30 l’8 settembre, il che conferma ulteriormente ciò che ci aspettavamo già. Google lancerà probabilmente la versione stabile di Android 10 Q nello stesso periodo.

Huawei EMUI 10, la beta arriva l’8 settembre

Durante il suo ricco evento keynote, Huawei non ha avuto molto tempo per spiegare tutti i piccoli cambiamenti in arrivo con EMUI 10.0. La società ha detto che avrà la modalità dark a livello di sistema su cui Google ha lavorato. L’azienda aggiunge anche il supporto multi-schermo, simile alla funzione Link to Windows di Note10. Ti consente di accedere al display del tuo telefono dal tuo computer in modalità wireless.

Con la versione beta di EMUI 10.0 impostata per l’8 settembre, Huawei si rivela uno dei pochi produttori Android a inviare aggiornamenti rapidi ai propri dispositivi. Il fatto che EMUI sia una delle versioni OEM più fortemente personalizzate di Android rende questa impresa ancora più impressionante.

La società sta inoltre preparando un concorrente di Play Services chiamato “HMS Core”, che fornisce app con API alternative. Includendo i propri servizi core, Huawei potrebbe essere in grado di trasferire facilmente le app Android sul proprio sistema operativo in caso di revoca dell’accesso ai prodotti statunitensi.

Oltre alla serie P30, i seguenti dispositivi sono previsti per ricevere l’aggiornamento nei prossimi due mesi: Mate 20, Mate 20 Pro, PORSCHE DESIGN Mate 20 RS, P smart 2019, P smart + 2019, P smart Z, Mate 20 X, Mate 20 X (5G), P20 Pro, P20, Mate 10 Pro, PORSCHE DESIGN Mate 10, Mate 10, Mate 20 lite, HONOR 20 Lite, Honor 20, HONOR 20 PRO, HONOR View20, HONOR 10 Lite, Honor 10, HONOR 8X.