dvbt2 decoderIl DVB T2 sarà il nuovo standard del digitale terrestre che fra qualche mese arriverà nelle case di tutti i consumatori residenti in Italia; grazie a questa nuova tecnologia, sarà possibile usufruire di nuovi canali e in qualità HD.

La nuova implementazione sarà possibile con l’arrivo della rete di quinta generazione di Tim, Eind, Vodafone e 3 Italia ma purtroppo, si differenzia dalla rete mobile perché i consumatori non avranno possibilità di scelta perché sarà obbligatorio per tutti; difatti, saranno numerosi coloro che dovranno sostenere delle spese rilevanti.

Ecco quanto costerà ai consumatori il DVB T2

I lavori per il nuovo standard del digitale terrestre sono già iniziati e secondo le previsioni dei costruttori termineranno l’1 Gennaio 2020; a partire da questa data, si attiverà il DVB T2 in automatico su tutte le televisioni.

Purtroppo, alcuni dovranno necessariamente cambiare il proprio televisore per usufruire dei canali perché non tutti saranno idonei al nuovo standard, o almeno i modelli vecchiotti; in alternativa, potranno adattare il televisore con un decoder di ultima generazione.

Leggi anche:  Chernobyl, dopo le riprese di un Drone arriva una triste notizia

Per chi è in procinto di acquistare un nuovo televisore, consigliamo di verificare che sia dotato di codice di hcvo in questo modo sarà pronto all’arrivo del nuovo standard di digitale terrestre; per quanto riguarda i consumatori che vogliono verificare che il proprio televisore sia idoneo al DVB T2, dovranno effettuare la ricerca dei canali e digitare 501 ovvero Rai 1 in HD; se il televisore recepisce il segnale allora significa che non dovrà essere sostituito con un uno nuovo, mentre nel caso contrario i consumatori saranno costretti ad acquistarne uno nuovo o adattarlo con un digitale terreste di ultima generazione.