CoopVoce

Lo scorso settembre 2018 il Ministero dello Sviluppo Economico ha assegnato a CoopVoce un MNC, abbreviazione di Mobile Network Code, dedicato, il numero 53. Da quel momento l’operatore ha sempre intravisto la possibilità di diventare un vero e proprio MVNO.

Massimiliano Parini, head of mobile operator CoopVoce di Coop Italia, intervistato da MondoMobileWeb, ha discusso dei principali valori del brand e anche di questa possibilità. Scopriamo insieme le sue parole.

 

CoopVoce diventerà presto un operatore MVNO

Massimiliano Parini, dopo aver conseguito la laurea in Economia Aziendale presso l’Università Bocconi di Milano e un Master in Business Administration presso la Columbia Business School di New York, nel 1998 è entrato in McKinsey occupandosi di progetti nel settore della telecomunicazione. Nel gennaio del 2007 è entrato a far parte del team Coop Italia come responsabile del progetto CoopVoce e ne ha seguito tutto il percorso dalla sua nascita.

La prima domanda a Parini è stata quanto conta la soddisfazione del cliente in questo settore. Lui ha risposto: “La soddisfazione del cliente è alla base della filosofia CoopVoce, riproponiamo la filosofia e i valori Coop anche in questo campo, con un approccio che mira a tenere insieme convenienza, semplicità dell’offerta unitamente alla massima trasparenza e attenzione verso il cliente“.

Arrivata poi la domanda più interessante, ovvero se diventeranno presto un Full MVNO, Parisi ha risposto: “Pur restando un operatore cosiddetto virtuale, CoopVoce si doterà nel corso del 2020 di un’infrastruttura tecnologica indipendente “FULL” che ci permetterà di gestire in autonomia gran parte della struttura tecnologica e di offrire nuovi servizi con nostre nuove SIM, pur mantenendo la copertura del servizio mobile 4G di Tim“.

Dopo questa risposta possiamo concludere che, dall’anno prossimo inizierà quindi il passaggio a Full MVNO. In questo modo, come spiegato anche da Massimiliano Parini, si potrà concentrare per gestire autonomamente la propria struttura tecnologica. Nel frattempo vi ricordo che l’operatore in questione già propone delle offerte molto interessanti, che potete sbirciare entrando nel suo sito ufficiale.