cina-ban- boeing

Boeing sempre di più al centro di tutti i problemi accorsi nell’ultimo periodo. Il 737 è l’aereo che, a detta della stampa e non, sembra essere il più pericoloso degli ultimi anni. A causa di tale modello sono avvenuti ben due incidenti aerei dove hanno perso la vita 346 persone. Un terzo incidente è accaduto ad Aprile in Florida e adesso uno a Tel Aviv, fortunatamente senza vittime. Ma procediamo con ordine.

Parliamo anche dei difetti costruttivi che hanno messo in risalto le problematiche: un lotto di lamelle alari difettose, il sistema di allarme dell’MCAS disattivato, un nuovo problema legato ad un microprocessore e il suo software. Una serie di problematiche che hanno portato l’azienda americana sull’orlo del fallimento.

La causa degli incidenti è il sistema MCAS, che serve per evitare all’aeromobile lo stallo. Si è verificata tale problematica in seguito alla modifica strutturale dei motori da parte degli ingegneri. Il software del 737 Max non ha funzionato a dovere dopo il decollo in entrambi gli incidenti, portando i piloti all’impossibilità di pilotare il mezzo.

Leggi anche:  Boeing 737 potrebbe tornare a volare, le ultime novità sugli incidenti

L’atterraggio di emergenza causato dallo scoppio di una gomma

Pochi giorni fa a causa di uno scoppio di una gomma, c’è stato un atterraggio di emergenza per il velivolo Boeing 737-400 all’aeroporto di Tel Aviv. A bordo dell’aereo facente parte della compagnia bulgare Electra Air, si trovavano 152 persone fra passeggeri, piloti e equipaggio.

Fortunatamente due caccia israeliani hanno scortato l’aeromobile fino alla destinazione, con grande successo. Al momento le forze dell’ordine e i pompieri stanno indagando su tale problematica accorsa.