Facebook, Instagram e WhatsApp

Dopo il disastroso down dei tre servizi di Menlo Park, potrebbero arrivare buone notizie da casa Facebook, che garantirà una maggior versatilità dei servizi agli utenti.

Secondo alcune indiscrezioni, le modifiche che si andranno ad apportare miglioreranno l’interazione con le app di messaggistica riunite sotto la società Facebook, in modo da colmare il gap che finora ha fatto viaggiare le tre piattaforme quasi a compartimenti stagni.

Un primo intervento potrebbe vedere l’eliminazione dell’app Messenger di Facebook, criticata e spesso osteggiata perché aveva la colpa di dividere un servizio che, di base, era stato sempre integrato al social stesso. La necessità successiva di scaricare un’app specificatamente a quello scopo, dedicandovi spazio sul telefono e per giunta con l’impossibilità di accedervi dai browser come Safari e Chrome dai dispositivi mobili, ha fatto storcere il naso a moltissimi utenti.

Quegli stessi utenti che quindi caldeggiavano il ritorno ad un’unica piattaforma, ora potrebbero essere accontentati.

Leggi anche:  Whatsapp: ecco un trucco per spiare tutte le conversazioni

Un upgrade più importante

Ma non finisce qui, anzi: questo sarebbe soltanto il preludio ad un più grande upgrade, che riguarderà l’integrazione delle tre app di messaggistica (WhatsApp, Facebook Messenger e Instagram) in modo da permettere agli utenti di gestire anche le conversazioni sulle altre piattaforme da un’unica interfaccia.

Ad esempio, se si fosse su WhatsApp e arrivasse una notifica dalla chat di Instagram, ci sarebbe un’opzione per permettere di rispondere su Instagram da WhatsApp stessa, senza quindi dover abbandonare l’app o dover rispondere dal centro notifiche. Lo stesso avverrebbe per Messenger, e viceversa.

E’ da tempo che si vocifera di questa possibilità, e sembra che di qui a poco diverrà effettiva. Pare infatti che il team di sviluppatori sotto Zuckerberg stia già provvedendo ad approntarla, e si stima che potrebbe essere conclusa entro fine 2019 o al massimo primo trimestre del 2020.