smartphone pericolosi radiazioni

Quanto fanno male i dispositivi tecnologici al corpo umano? Sono realmente pericolose tutte le radiazioni che rilasciano? Il corpo umano quanto ne riesce ad assorbire? Un argomento ancora oggi molto frequente che i consumatori trattano perché sono convinti, che tutti i dispositivi tecnologi e innovativi, siano gravemente nocivi per la nostra salute; nella società in cui viviamo, prevale la tecnologia: i consumatori sono in possesso di smartphone, cuffie bluetooth, tablet e via dicendo.

Anche se non si direbbe, sono molti i consumatori che sono realmente preoccupati per tutta questa tecnologia innovativa che ci circonda; per questo motivo, vogliamo illustrarvi un quadro più limpido sugli smartphone e sulle radiazioni che rilasciano.

Smartphone pericolosi e non: ecco i modelli pericolosi

In commercio esistono numerosi modelli di smartphone e il consumatore, ha una vasta scelta fra caratteristiche e prezzi diversi; molti però, pensano che le radiazioni che rilasciano sono fortemente nocive per l’essere umano.

Iniziamo subito con il dire, che esiste l’Ufficio federale tedesco per la protezione dalle radiazioni che ha il compito di controllare ogni smartphone prima che venga lanciato sul mercato; viene stilata una lista di tutti gli smartphone controllati e il loro valore SAR rispettivo. SAR è l’acronimo di Specific Absorption Rate e indica quante radiazioni elettromagnetiche il corpo umano assorbisce ogni volta che è esposto ad un dispositivo mobile; inoltre, il valore è indicato in percentuale.

Leggi anche:  Huawei Mate 30: pronti a questa grande novità?

Grazie a Statista e alla sua lista, abbiamo scoperto che gli smartphone più pericolosi perché hanno un valore SAR alto sono: Xiaomi Mi A1 con 1,75%, One Plus 5T con 1,68% e Huawei Mate 9 con 1,64%. Gli smartphone appena elencati, sono modelli piuttosto vecchi e sul mercato già da qualche anno; difatti, i modelli più recenti non presentano un valore SAR alto e vi lasciamo qui di seguito la lista di Statista.