Nissan-Qashqai-estern-nissan-5g
Non contenta di darti una voce come assistente personale in auto come l’interazione naturale di BMW, Nissan sta sviluppando i suoi piani per i copiloti in realtà aumentata tridimensionale (AR). Loro risponderanno alle domande e forniranno informazioni sulla strada da percorrere.

Nissan ha presentato la sua tecnologia Invisible-to-Visible al CES 2019 di gennaio. Il sistema combina i dati dei sensori dell’auto con la mappatura e altre informazioni memorizzate nel cloud e lo presenta in AR.

Nissan utilizza 5G a bassa latenza

Esso verrà presentato come una mappa 3D all’interno della macchina, ma per il tocco personale, avrai anche la possibilità di interagire con un navigatore virtuale, che siederà accanto a te nel tuo viaggio.

Nissan ha anche elaborato l’idea di un “Metaverso”, che ha definito come “un mondo virtuale in cui le persone possono interagire attraverso gli avatar”, fornendo compagnia e assistenza nei lunghi viaggi.

Potrebbe sembrare strano, ma Nissan è abbastanza serio. Il suo ultimo test ha portato l’idea un passo più vicino alla realtà usando il 5G a bassa latenza. I dati sono trasmessi dall’avatar AR a un veicolo in movimento nel suo impianto di prova Grandrive in Giappone.

Leggi anche:  3G disattivato e distrutto a causa della nuova rete 5G

Le connessioni dati a bassa latenza e veloci saranno essenziali per la prossima generazione di assistenti in-car e di guida autonoma di livello 3. Esso consente agli automobilisti di attirare la loro attenzione sulla strada per occuparsi della navigazione e dell’intrattenimento. Vedremo presto veicoli pronti per il 5G entrare in produzione (come il Byton M-Byte, che dovrebbe colpire le strade entro la fine del 2019).

Tuttavia, i sistemi 5G necessiteranno di test rigorosi prima di poter essere utilizzati per compiti di sicurezza. Fino ad ora, gli standard 5G sono abbastanza ambigui e ci vorrà del tempo perché siano impostati e migliorati.

Il co-pilota virtuale di Nissan è un concetto interessante, ma al momento è possibile solo grazie alla stretta collaborazione di Nissan con l’operatore mobile giapponese NTT DoCoMo. È improbabile che avremo amici di AR per tenerci compagnia in lunghi viaggi nel mondo reale nel prossimo futuro.