Costi nascosti

I gestori telefonici lanciano offerte super low cost per attrarre i consumatori e farli diventare loro clienti; i consumatori infatti, si trovano in una situazione avvantaggiata perché hanno un’ampia scelta di tariffe super convenienti. Oggi vogliamo parlarvi di prezzi, spesso ingannevoli perché appaiono di una certa cifra ma successivamente i clienti, si trovano a pagare ulteriori costi, al di fuori della tariffa telefonica; per questo motivo, vi consigliamo sempre di prestare maggiore attenzione e non fidarvi nell’immediato del prezzo che corrisponde alla tariffa.

Prezzi ingannevoli: i consumatori si ritrovano comunque a pagare ulteriori costi

Quando andiamo ad attivare una tariffa telefonica, ci ritroviamo ad effettuare un passaggio con un’altra azienda e di dover firmare un contratto per legarci legalmente; dobbiamo prestare attenzione proprio qui: leggere attentamente il contratto prima di firmarlo, è il primo passo per non pagare ulteriori costi, successivamente.

Innanzitutto dobbiamo sapere che, molte aziende telefoniche inseriscono nei propri contratti delle clausole con un carattere più minuscolo così da non farlo leggere da quello che sarà il futuro cliente; queste clausole, spesso permettono all’azienda telefonica di aumentare il prezzo tariffario in un secondo momento (sempre rispettando i limiti del lecito). Comunque, non sarà una sorpresa per il cliente perché l’azienda telefonica è obbligata ad avvisare il cliente con un SMS, con un certo preavviso; per la precisione, il cliente deve essere avvisato 30 giorni prima dall’effettivo aumento del prezzo tariffario.

Dunque, prestiamo maggiore attenzione durante la lettura di un contratto telefonico che andremo a firmare perché, una volta accettate tutte le condizioni difficilmente riusciremo ad uscirne (almeno senza pagare un prezzo).