disservizi e rimodulazioni

Il 2019 inizia con una serie di rimodulazioni che non faranno molto piacere agli utenti. A quanto pare a dare il via agli aumenti sono proprio TIM, Vodafone e Fastweb con una serie di modifiche contrattuali relative agli abbonamenti per la linea mobile e fissa. Ricordiamo sempre ai nostri lettori che essendo modifiche unilaterali, si potrà recedere dal contratto senza intercorrere in alcuna penale. Attenzione però: sarà necessario effettuare questa operazione secondo i tempi prestabiliti dagli operatori stessi, i quali possono essere trovati nelle email o negli SMS che avvisano di tali rimodulazioni.

TIM: il 25 febbraio è prossimo e così anche le rimodulazioni

TIM ha deciso di rimodulare una serie di offerte e questa modifica entrerà in atto domani, 25 febbraio. Tali aumenti costeranno ai clienti dai 0,99 euro ai 1,99 euro a seconda dei casi.
L’operatore nazionale ha però deciso di addolcire la pillola prevendendo:

  • giga illimitati e 20 giga di internet in più al mese, tutto gratuitamente, per i clienti che subiranno rimodulazioni più consistenti;
  • 5 GB in più per un mese e minuti illimitati per i clienti che subiranno aumenti pari a 0,99 euro.

Fastweb: linea fissa in aumento, ecco i nuovi aumenti

Anche Fatsweb ha deciso di apportare qualche cambiamento al suo catalogo e a tal proposito sono state prese di mira le offerte relative alla linea fissa. La rimodulazione è già partita da questo mese di febbraio e molti clienti hanno visto aumentare le loro bollette di 1,29 euro a mese.

Leggi anche:  Vodafone rimodulazioni: aumenti a partire dal 7 luglio 2019

Vodafone: Iperfibra e One non sono da meno

Vodafone ha deciso di seguire le orme di Fastweb e di applicare delle rimodulazioni sugli abbonamenti domestici come IperFibra e One.  Da quanto comunicato in bolletta, i clienti con questi due contratti subiranno degli aumenti, ma non è certo di quanto al mese.