lg homebrew

LG ha presentato un secondo prodotto durante il CES 2019 e non si tratta di un’altra SMART TV arrotolabile! Unico nel suo genere, questa chicca ha fatto sbalordire anche i più scettici e strabuzzare gli occhi ai più increduli. Di cosa stiamo parlando? Di birra in capsule: ebbene sì, di piccoli contenitori che contengono una miscela di malto, lievito, eventuali aromi e olio di luppolo. A cosa servono? Ma per essere inserite nell’ultima invenzione della casa coreana: LG HomeBrew.

Come una macchinetta del caffè, ma con della schiuma in più

Simile ad una Nespresso, Lavazza o De Loghi, la LG HomeBrew ne ricorda lo stesso funzionamento: si inserisce la capsula è il gioco è fatto. Produrre del caffè, però, è più semplice che la birra… ma con questo prodotto non vi saranno dei problemi. HomeBrew, difatti, si occupa di tutti i passaggi necessari ad ottenere un buon risultato, ossia cura: la fermentazione, la carbonatazione, l’invecchiamento fino al momento della spillatura e la pulizia.

Leggi anche:  LG, ecco i telefoni che riceveranno Android 9 Pie a Giugno

Il prodotto viene accompagnato da un’applicazione gratuita che può essere scaricata sia dall’App Store (iOS) che dal Play Store (Android) e che informa l’utente dello stato del processo e delle relative fasi.

Come vi abbiamo già detto, produrre un caffè significa aspettare 25/30 secondi massimo, in questo caso, invece, inserire una capsula equivale ad aspettare 15 giorni per ottenere 5 litri di birra. In ogni caso all’utente verrà offerta la possibilità di scelta tra cinque miscele totalmente diverse che sono: Ipa, pale ale, pilsner, white belgian, scura.

Purtroppo il prezzo non è stato ancora definito.