Iliad rinnovo offertaIliad ha rivoluzionato il mercato delle offerte telefoniche mobile e per questo 2019 ha già espresso i suoi buoni propositi nel corso di un’intervista a tu per tu con l’Amministratore Delegato della divisione italiana Benedetto Levi.

A mesi di distanza dalla sua prima apparizione lascia però parecchi dubbi in merito al rinnovo delle offerte. Che cosa succede se non effettuo una ricarica entro il termine di scadenza stabilito dal gestore? Potrebbero verificarsi costi inattesi? Rispondiamo a queste domande.

 

Iliad: come evitare costi inattesi con la propria offerta

Le offerte Iliad si rinnovano mensilmente così come previsto dalla Legge in materia di fatturazione. I costi per il restart delle opzioni si applicano in anticipo rispetto alla data effettiva di rinnovo, entro una finestra temporale di 24-48 ore. Il bundle si rinnova in ogni caso ogni mese.

L’affermazione precedente (quella in grassetto) deve essere valutata con attenzione. Si potrebbero verificare due ipotesi:

  1. il credito è insufficiente per rinnovare l’offerta
  2. l’offerta si rinnova a settimane di distanza dopo aver ristabilito il credito necessario richiesto

Nel primo caso interverrà il piano base per la tariffazione di minuti, SMS e Giga. Ogni minuti di chiamata o SMS costerà quindi 28 centesimi e 90 centesimi ogni 100 MB di traffico dati generato su rete 3G/4G/4G Plus in Italia.

Leggi anche:  Iliad, prima dell'app su Play Store è arrivato un nuovo importante servizio

Se, diversamente, non usiamo la nostra offerta e decidiamo di ricaricare in un momento successivo questa si rinnoverà indicando come prossimo rinnovo il giorno esatto della riattivazione. Facciamo un esempio.

Esempio: la SIM è stata attivata il 2 gennaio 2019 ma non si è ricaricato il numero il 2 febbraio 2019. Se si decide di ricaricare il 18 febbraio 2019 il rinnovo successivo sarà il 18 marzo 2019 ma il bundle dei contatori si resetterà il 2 marzo 2019.

Se non si usa la SIM Iliad per 12 mesi questa verrà disattivata e potrà essere riattivata su richiesta entro i 48 mesi successivi l’ultima ricarica effettuata (fino a 12 mesi dopo la disattivazione). Allo scadere del termine la scheda sarà inutilizzabile ed il numero riassegnato ad un nuovo utente.