app paypal malware AndroidI ricercatori del gruppo ESET Security hanno identificato un nuovo tipo di trojan horse che si diffonde agli utilizzatori dell’app Paypal. Talmente pericoloso che si diffonde anche ad altre applicazioni Android famose tra cui Whatsapp Messenger, Viber, Skype, Gmail e con grande sorpresa allo stesso Play Store. Davvero pericoloso.

 

Malware Paypal: i soldi spariscono e Whatsapp viene spiato

Il 2018 è stato senz’altro l’anno nero dei malware Android. Si sono moltiplicati a vista d’occhio tanto che il sistema di tutela Play Protect ha faticato davvero molto per intercettare e bloccare le minacce. Ed è così che da pericolosi meme maligni su Twitter ci si trasferisce ancora nel contesto dei virus nascosti in app Android.

Il nuovo caso segnalato dagli analisti identifica il componente Spy.Banker all’interno dell’applicazione non ufficiale Paypal. Diciamo non ufficiale perché coloro che vengono infettati appartengono a quella fascia di utenti che ha scaricato l’app da market store di terze parti. Chi ha scelto il Google Play si può considerare immune alla minaccia.

Leggi anche:  WhatsApp: 4 trucchi e funzioni segrete molto utili che in tanti non conoscono

Per gli sfortunati utenti che hanno avuto modo di saggiare da vicino le potenzialità malevole del virus il tutto si è risolto con un trasferimento di 1.000 euro dal conto personale ad un conto esterno. Cosa che, secondo quanto riferito dalle fonti, potrebbe avvenire ciclicamente per ogni accesso all’app anche nel caso in cui non vi siano soldi disponibili.

La stessa cosa accade per altre applicazioni, con il Play Store che rischia di essere infettato insieme all’account ed a tutti i sistemi di pagamento associati per le app ed i servizi Google. Come sempre vale il consiglio di scaricare solo app certificate dal Play Store. Il video che segue dimostra che non c’è sistema al mondo in grado di bloccare le nostre pessime azioni. Difatti, questo trojan si attiva solo per mano nostra. Ha bisogno di diverse interazione prima di entrare in azione. Facciamo attenzione.