operatori telefonia mobile MVNOCi sono due gestori MVNO che stanno per sparire dal contesto delle offerte MVNO. Tranquilli non stiamo mica parlando di ho. mobile e Kena di TIM. Questi, fortunatamente sono ancora in vita e speranzosi per un 2019 di grandi offerte. Ma stiamo comunque parlando di due virtuali molto noti nel contesto delle tariffe di telefonia mobile. Sono ERG Mobile e Ringo Mobile.

 

Ringo Mobile ed ERG Mobile fuori dai giochi della telefonia

Ringo Mobile lo conosciamo come il virtuale su rete TIM che opera in 3G. Ormai da mesi non propone più offerte ed il sito ufficiale risulta già da ora irraggiungibile. La notizia era nell’aria ormai da tempo, fin da quando l’operatore ha iniziato a segnalare la chiusura dei servizi tramite SMS.

DAL 31 DICEMBRE 2018 I SERVIZI MOBILI RINGO MOBILE POTREBBERO ESSERE NON PIÙ EROGATI, LA INVITIAMO AD EFFETTUARE IL PASSAGGIO AD ALTRO OPERATORE ENTRO TALE DATA.

A partire dal 2019 non si potranno più mantenere attivi i numeri e non ci saranno ulteriori offerte da parte di questo MVNO. La fine del mese segnerà la definitiva chiusura dei contratti. Entro questo lasso di tempo dovremo effettuare portabilità, così da non perderlo a causa della disattivazione.

Leggi anche:  Il Governo decide di sciogliere la società di TIM ed ecco spiegato il motivo

ERG Mobile, stessa sorte ma ci sarà più tempo per intervenire. I suoi servizi concessi su rete Vodafone cesseranno solo il prossimo 31 marzo 2019. Fino a quel momento il numero rimarrà attivo ma non sarà possibile effettuare ricariche o aderire a nuove offerte. Il provider, di fatti, ha già dismesso la funzionalità di ricarica telefonica presso i distributori del gruppo e l’unica alternativa resta quella dei SisalPay, ATM Intesa SanPaolo o app IP-Box più. Il messaggio è chiaro e preciso.

TI COMUNICHIAMO INOLTRE CHE, DECORSI 120 GG DA QUESTO SMS, ITALIANA PETROLI CESSERÀ DEFINITIVAMENTE LA FORNITURA DEI SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONE ERG MOBILE. PUOI RECEDERE DAL CONTRATTO NEI PROSSIMI 30 GG.

Il sito si può ancora raggiungere ma si segnala che già dalle prossime settimane non sarà possibile richiedere una nuova SIM. Possiamo recedere nei termini temporali indicati senza costi di disattivazione.

Iliad ha senz’altro contribuito a fomentare la crisi di questi operatori ed in effetti, al momento, l’unico vero avversario da battere resta ho. mobile, che sta facendo l’impossibile per proporre nuove offerte sempre più orientate ad un spropositato low-cost.