Netflix

La piattaforma di contenuti in streaming Netflix è stata al centro di molte discussioni in merito all’uscita dei nuovi film in contemporanea con i cinema. Il Ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli ha intenzione di lanciare un decreto che non a tutti piacerà.

Nell’ultimo periodo le adesioni alle sale cinematografiche sono diminuite a causa della presenza dei nuovi film anche sulla piattaforma. Di conseguenza le sale si sono lamentate.

 

Netflix: un nuovo decreto potrebbe cambiare il settore del cinema

Il decreto anti-Netflix sta per arrivare, il Ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli, ha annunciato che a breve firmerà un nuovo decreto legge. Il decreto in questione regolerebbe le finestre in base a cui i film dovranno essere prima distribuiti nelle sale, e solo dopo le sale, saranno disponibili anche sulle piattaforme. Ecco le sue parole: “Penso sia importante assicurare che chi gestisce una sala sia tranquillo nel poter programmare film senza che questi siano disponibili in contemporanea su altre piattaforme“.

Leggi anche:  Netflix inventa un'altra genialata delle sue per pubblicizzare Narcos Mexico

In poche parole, i film dovranno prima essere disponibili nelle sale cinematografiche e solo successivamente sulle piattaforme di streaming online. Lo stesso discorso varrà non solo per Netflix, ma anche per Prime Video, Tim Vision e altre. Molte polemiche sono scaturite in seguito all’uscita del film sugli ultimi giorni di vita di Stefano Cucchi, “Sulla mia pelle”.

Il film in questione è stato lanciato lo scorso 12 settembre 2018 in contemporanea su Netflix che al cinema. Secondo il Ministro Bonisoli, il decreto “consentirà ai gestori dei cinema di sfruttare appieno l’investimento per migliorare le sale e offrire un’esperienza di visione sempre più emozionante“.