Il nuovo standard per le reti mobili approderà ufficialmente nel 2020 ed insieme ad esso anche il primo iPhone dedicatogli. Le diverse aziende produttrici di smartphone stanno spingendo tanto su questa nuova tecnologia, ma Apple sempre essere un passo avanti alla concorrenza.

A quanto pare non si parla di indiscrezioni e rumors, ma di certezze: dopotutto la FFC (l’ente federale statunitense per le telecomunicazioni) ha già dato l’autorizzazione a Casa Cupertino da già un anno pieno. Cosa non è sicuro e se Apple creerà una nuova serie di iPhone tutti supportanti il 5G o creerà un modello dedicato come Samsung con la serie Galaxy S10.

Nonostante ciò, però, non tutti è rosa e fiori e il progetto potrebbe subire qualche ritardo visto gli ultimi dissapori tra Casa Cupertino e Intel. Apple e la nota azienda starebbero ultimando il modem 8161, denotato dalla capacità di captare la banda 5G. Tale lavoro potrebbe richiedere più tempo del previsto, vista la situazione. Comunque è noto che, il nuovo modem, dovrebbe garantire un minimo di 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload.

Leggi anche:  Oppo raggiunge la velocità 5G con una versione modificata dell'Oppo R15

A tal proposito, Fast Company afferma: “Apple ha tenuto conversazioni con un altro produttore di chip, MediaTek, in merito alla possibilità di fornire chip modem 5G, ma la nostra fonte ritiene che si tratti di un lontano “piano B.” Si dice che MediaTek stia lavorando su un modem 5G, ma la compagnia in genere sviluppa piattaforme modem per dispositivi a basso costo, non per smartphone di punta. La nostra fonte ritiene che Apple e Intel abbiano tutto il tempo per correggere i problemi nella piattaforma modem Intel”.