apple

Un nuovo rapporto del noto analista Apple Ming-Chi Kuo ha suggerito che i nuovi  dispositivi iPhone 2019 di Apple verranno forniti con un sistema di fotocamere Face ID aggiornato.

Kuo, (tramite MacRumors) crede che Apple utilizzerà un nuovo sensore che riuscirà a mettere a fuoco meglio la zona del volto, illuminandolo di più. “Per ridurre l’impatto delle luci visibili dell’ambiente al fine di migliorare l’esperienza utente di Face ID“, questo è il commento dell’azienda.

 

La nuova tecnologia 3D pronta per il 2020

Il rapporto suggerisce anche che Apple potrebbe introdurre un sistema di rilevamento della distanza con una fotocamera 3D con tecnologia Time of Flight per i suoi iPad previsti per il 2019 o 2020. Questo tipo di sensore misura il tempo in cui un punto luminoso viaggia tra la fotocamera e il soggetto e potrebbe essere utilizzato per catturare anche immagini 3D. Il sistema potrebbe essere potenzialmente utilizzato per esperienze di realtà aumentata o per migliorare la qualità di immagini in generale, dando qualche introspettiva anche per quanto riguarda l’utilizzo di una Apple Pencil su Ipad.

Leggi anche:  I nuovi iPhone battono i Pixel 3 nell'esecuzione degli speed test

Introdotto lo scorso anno con l’iPhone X, il Face ID utilizza oltre 30.000 punti a infrarossi per mappare il viso di una persona. All’epoca, abbiamo notato che il sistema funzionava alla grande al buio, ma diventava leggermente più instabile in condizioni di illuminazione elevate. Avere un sistema che aiuti a ridurre il contrasto della luce o l’eccessiva luminosità dovrebbe rendere il sistema più efficiente per gli utenti, regalando un’esperienza rinnovata e più efficace. Questo aggiornamento sembra essere molto importante, perché questo sistema di sblocco secondo l’azienda rimarrà fin quando non si troverà un modo più efficiente e sicuro per sbloccare lo smartphone.