5GIl periodo di transizione tra due standard di comunicazione, come il 4G e il 5G, è sicuramente ricchissimo di opportunità e di svalutazioni per l’utente oculato nelle scelte, ma anche di considerazioni da fare su quale effettivamente sia la miglior decisione da prendere.

Tantissimi, in questa fine del 2018, sono i prodotti presentati dalle aziende di telefonia. I prezzi sono letteralmente balzati alle stalle, basti pensare ad un Galaxy Note 9 da 1049 euro o un Mate 20 Pro da 1099 euro, ma conviene davvero acquistare oggi uno smartphone 4G?.

 

5G: conviene davvero acquistare oggi uno smartphone top di gamma 4G?

La domanda che molti di voi si sono posti è davvero più che lecita, sopratutto partendo dal fatto che nel 2020 molto probabilmente la rete 5G sarà davvero alla portata di tutti.

L’ipotesi più probabile è che nei prossimi 12 mesi assisteremo ad una grandissima svalutazione dei top di gamma del 2018 (se non anche di quelli dei primi mesi del 2019), proprio per l’interesse della community verso il nuovo standard. E’ lecito pensare che l’attuale Mate 20 Pro, come accaduto con il Mate 10 Pro disponibile un anno dopo a meno di 400 euro, possa essere acquistato ad Ottobre 2019 ad un prezzo che si aggirerà sui 300 euro. La svalutazione, tuttavia, potrebbe essere ancora più rapida ed eccessiva, sopratutto dal momento in cui anche le televisioni inizieranno a mostrare e parlare degli effetti del 5G.

Leggi anche:  Copertura di rete: quale operatore scegliere per non rimanere mai senza segnale

In conclusione, acquistare un terminale in abbonamento con gli operatori telefonici entro la fine del 2018 è una scelta oculata; il vincolo contrattuale di 30 mesi non vi impedirà, nel 2020, di passare direttamente al 5G, casomai spendendo anche poco nella tariffa mensile. Viceversa, pensare di acquistare un terminale a prezzo pieno nei primissimi giorni di lancio sul mercato, potrebbe essere una cattiva idea. Da ricordare sempre i ragionamenti appena espressi in merito alla svalutazione rapida e veramente importante.