IPTV: tanti utenti sfruttano il servizio de Le Iene al contrario, cosa sta succedendo

L’Italia è quel paese che purtroppo presenta varie tipologie di problematiche, le quali spesso possono essere gravi o magari meno gravi. In questo caso uno dei problemi di nostra competenza, per via dell’ambito in cui risiede, è l’IPTV.

Abbiamo più volte spiegato come funziona il sistema in maniera legale e per tutte le piattaforme che lo prevedono. In questa situazione però parleremo dell’IPTV in quanto metodo utile a fregare e frodare le compagnie come Sky, Premium e quant’altro. Infatti il noto servizio sembra essere ormai utile solo ed esclusivamente per vedere partite di calcio, film, serie ecc., senza pagare quanto dovuto.

 

IPTV: Le Iene si occupano del caso, gli utenti rispondono sottoscrivendo ancora più abbonamenti dopo aver preso info dal servizio

Le tante compagnie che abbiamo citato, tra cui rientrano anche DAZN e Netflix, hanno aperto da tempo la caccia agli evasori che usano l’IPTV. Le aziende non possono permettere infatti che i loro flussi vengano rubati per esser poi ritrasmessi via internet e a pagamento per terze persone.

Leggi anche:  IPTV: come dissero Le Iene, ecco le prime multe salatissime agli utenti abbonati

Questo è in poche parole ciò per cui è stata inventata l’IPTV, per cui Le Iene se ne sono occupate prendendo in esame tutto il procedimento. Dopo aver fatto capire al pubblico a casa come avviene la contrattazione per avere il servizio, con tanto di installazione a domicilio, il pubblico ha reagito in maniera inaspettata.

Molti utenti hanno scoperto con la trasmissione televisiva questo trucco ed hanno richiesto info per attuarlo anche in casa propria. Il fenomeno sembra quindi in crescita e non si può sapere dove si arriverà col tempo.