HTC Exodus il 22 ottobre

HTC ha appena confermato tramite Instagram che annuncerà il suo smartphone blockchain il 22 ottobre. La società ha confermato la notizia tramite un breve video teaser che non solo conferma quanto verrà presentato ma rivela anche che HTC Exodus, questo il suo nome, avrà cornici molto sottili.

Sembra anche che sul display verrà posizionato un vetro curvo. Questo è praticamente tutte le informazioni che l’azienda ha condiviso tramite Instagram. Il mese scorso il dirigente di HTC, Phip Chen, ha confermato che HTC Exodus inizierà ad arrivare nei mercati a dicembre di quest’anno.

 

HTC Exodus, ci siamo: la presentazione il 22 ottobre: costerà tantissimo

Questo significa che lo smartphone blockchain non sarà disponibile subito dopo l’annuncio, poiché occorrerà più di un mese prima HTC inizi a spedirlo ai consumatori. In estate, il produttore asiatico ha rilasciato alcune informazioni su questo smartphone che sarà un vero e proprio portafoglio digitale sicuro.

Un dispositivo nel quale tenere al sicuro le chiavi di accesso per le porte alla propria identità e ai propri dati. Un hub basato sulla blockchain, la tecnologia alla base delle transazioni delle criptovalute, che manterrà tutto al sicuro attraverso applicazioni decentralizzate, le DApps ed un portafoglio digitali cripatato.

HTC Exodus fungerà anche da nodo per Ethereum e Bitcoin, mentre verrà fornito con il supporto per la rete Lightning, che è un protocollo di pagamento che supporta più transazioni su nodi diversi, nel caso in cui non lo sapessi. Non abbiamo dettagli, invece, sulla scocca che conterrà tutte queste tecnologie.

Leggi anche:  Finney: in arrivo il primo smartphone blockchain al mondo

Possiamo supporre, tuttavia, che HTC Exodus sarà realizzato in metallo e vetro e che avrà almeno due fotocamere posteriori. Probabilmente sarà presente anche un lettore di impronte digitali sul retro e forse ance qualche sorta di scanner del volto. Del resto si tratta fondamentalmente di uno smartphone pensato per la sicurezza.

Ci si può aspettare che HTC Exodus sia un dispositivo piuttosto grande, con uno schermo da almeno 6 pollici di diagonale. Un pannello sotto il quale dovrebbe trovare posto, quasi certamente, lo Snapdragon 845 a 64 bit con processore Octa Core, GPU Adreno 630 e 4 o 6 GB di RAM a supporto.

Tutto il resto è ancora un mistero, compreso il prezzo anche se le indiscrezioni suggeriscono che questo sarà uno smartphone piuttosto costoso, alcuni sostengono che avrà un prezzo compreso tra 900 e 1000 dollari. Anche se non ci sono prove che costerà così tanto, lo smartphone sarà un prodotto estremamente diverso dalla concorrenza.

Un dispositivo che non mirerà al consumatore generale ma piuttosto a persone che vanno in preda al panico quando si tratta di sicurezza e per tutti coloro che amano le criptovalute. L’unico problema è la salute del business di HTC, con la società che ha perso e continua a perdere denaro dalla divisione che si occupa degli smartphone.

E HTC Exodus non è uno smartphone che attirerà molte persone nonostante la sua disponibilità a livello globale. È inutile continuare a parlare, non ci resta che darvi appuntamento al 22 ottobre, quando tutto verrà svelato.