I procuratori generali degli Stati Uniti oltre alle agenzie per la protezione dei dati di Germania e Irlanda, stanno valutando il recente difetto di sicurezza di Google +. Tale falla ha colpito almeno 500.000 utenti.

Non ci sono dettagli specifici sulla portata o lo stato della situazione. Nel frattempo, sia gli uffici del Procuratore Generale del Connecticut che il Commissario per la protezione dei dati dell’Irlanda hanno indicato una portata notevole. Di primaria importanza per entrambi è l’esatta natura delle vulnerabilità. Oltre a determinare se si sono verificate eventuali perdite. Inoltre, è fondamentale valutare come i rischi possono essere mitigati. Le autorità tedesche invece stanno adottando un approccio più ristretto.

Google Plus non esiste più ma le accuse di violazioni della privacy persistono per Google

Pare che Google+ sia stato colpito da vulnerabilità che avrebbero potuto rivelare agli sviluppatori dati sensibili. Tra essi: nomi completi, date di nascita, indirizzi email, professione, sesso e stato delle relazioni. La società non è stata del tutto chiara sui dettagli di tali vulnerabilità. Tuttavia, ha affermato che le patch sono presenti da quando il problema è stato scoperto a marzo. L’azienda ha scelto di non rivelare nulla e, al contrario, si dice che abbia attivamente soppresso le informazioni sul problema. Dopo la notizia della violazione della sicurezza, il gigante tecnologico ha annunciato la chiusura di Google+ ad agosto 2019.

Leggi anche:  Google Play: moltissime applicazioni e giochi gratuiti questa settimana

La compagnia ha affermato categoricamente che non ci sono prove. Non esiste nessun modo per sapere quali account sono coinvolti e come. Questo può essere vero parzialmente. Infatti, c’è qualche incertezza su quale ufficio o agenzia dovrebbe gestire la questione. La gamma complessiva di possibili conseguenze per l’azienda è sostanziale, a seconda dell’indagine. L’Irlanda sarebbe l’autorità capofila nelle indagini. Google potrebbe affrontare multe fino al 4 percento del fatturato globale annuale della società. Secondo le leggi precedenti e le norme tedesche sulla protezione dei dati, l’ammenda massima di Google nel paese sarebbe di circa 345.000 dollari.