Recentemente, è stato riportato un rapporto degli scienziati della George Washington University, dove è evidente che diversi bot hanno diffuso false informazioni sui social network come Twitter con l’obiettivo di dividere la popolazione in merito alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti nel 2016.

Ma anche questa notizia era nota: la Russia ha interferito nelle elezioni contro la candidata Hillary Clinton. Ciò che colpisce davvero del rapporto è che, oltre ai suoi ovvi scopi politici, questi robot hanno twittato anche sul tema della vaccinazione. Nello specifico, questi resoconti hanno cercato di creare panico nella società e distruggere la fiducia nei vaccini.

Di conseguenza, la più grande epidemia di morbillo che l’Europa ha affrontato da decenni e che, secondo le autorità, ha come motore principale proprio il social, è stata la caduta dei tassi di vaccinazione. Twitter si è mosso a riguardo eliminando questi bot; tuttavia, il problema sembra essere peggiorato su Facebook.

Per questo motivo, l’azienda di Mark Zuckberger ha deciso di rimuovere decine di pagine dedicate alla medicina alternativa o olistica, che hanno suscitato le voci rabbiose di coloro che promuovono pseudoscienza. Ad esempio, alcuni siti web di notizie alternative hanno pubblicato post e articoli in cui si asseriva che la “purificazione” di Facebook fosse stata di fatto intrapresa. E questa era relativa all’eliminazione di 80 pagine del social network dedicate a questo tipo di medicina, senza informare in precedenza agli amministratori o offrire qualche motivo.

Leggi anche:  Whatsapp deruba clienti TIM, Vodafone e Iliad: sparisce il credito a causa di una truffa

 

Si tratta di censura?

L’eliminazione è avvenuta verso pagine che avevano 15.000 follower o account con oltre 3 milioni, come il popolare People’s Awakening. La motivazione ufficiale era che la pagina promuoveva informazioni fuorvianti. ci si è difesi dall’accusa spesso sostenendo che le informazioni promosse da queste pagine cancellate promuovono questioni importanti per la società, che è normalmente manipolata dai grandi media, come CNN e NBC. Ed oraFacebook.

Apparentemente, questa “censura” sarebbe iniziata a giugno, dopo che Zuckerberg ha promesso di reprimere le fake news sulla sua piattaforma. Nel caso delle pagine di salute, molte di esse promuovono informazioni sulle medicine naturali che non sono supportate dalla scienza tradizionale. Tuttavia, tutto sembra derivare dal fatto che questi media promuovessero l’anti-vaccinazione, che aveva molto a che fare con l’epidemia di morbillo in Europa.