iptv DAZN sky, mediaset

DAZN ha appena chiuso la prima prova di trasmissione della sua piattaforma di streaming sportivo e i risultati, sotto gli occhi di tutti gli utenti, sono stati a dir poco pessimi. Nonostante una struttura tecnica e una squadra composta da grandi professionisti del giornalismo sportivo ed ex stelle del calcio, DAZN si è dimostrato un servizio da dimenticare per tutti quelli che hanno speso preventivamente i loro soldi.

Riferendoci al solo campionato di calcio italiano, i tifosi hanno sofferto sette camicie per vedere le partite degli scorsi giorni dovuto a diversi ritardi nel segnale di trasmissione.

 

DAZN non è affidabile e in molti passano a IPTV

Per questo molti clienti hanno deciso di gustarsi questo primo mese gratuito senza poi confermare la loro adesione con un abbonamento. Difetto per difetto, un buona fetta di utenti ha deciso di gustarsi tutto il campionato su piattaforme IPTV, con buona pace delle pay tv.

Leggi anche:  Sky ruba gli utenti a Mediaset con il nuovo abbonamento e compra l'azienda

Abbiamo parlato spesso dei servizi IPTV, i quali sono illegali in Italia quando li si usa per decodificare i canali di Mediaset Premium, Sky e da ora anche DAZN. Generalmente, i servizi in abbonamento a questo tipo di piattaforme costano sui 10 euro al mese, con il vantaggio di avere a disposizione l’intero campionato di Serie A senza dover cambiare piattaforma, passare da SKY, Mediaset e DAZN.

Ricordiamo, ancora una volta, che questo tipo di abbonamento è illegale e, se si viene colti in flagrante dalla Polizia Postale, le sanzioni saranno molto salate: fino a 2000 euro. Siamo sicuri che un piccolo intoppo di DAZN possa davvero valere il passaggio a una IPTV illegale?