Android 9 Pie

Dopo mesi di attesa per la nuova versione, anche se c’è chi sta aspettando l’aggiornamento di quelle vecchie, è ufficialmente arrivato Android 9 Pie. Già solo nel nome notiamo qualche cambiamento come l’uso di un numero interno senza decimale; sembra una cosa da poco, ma non lo è. Oltre a questo, anche il nome scelto risulta insolito, una generica torta che prende il posto dell’iconico biscotto Oreo.

L’arrivo è veramente ufficiale, non è stato solo svelato il nome, anzi, la versione finale è stata resa disponibile per i possessori di Google Pixel. Non solo, Potranno provare subito l’esperienza anche tutti i telefoni Android One mentre quelli inclusi nel programma Beta, come Essential, HMD Global, OnePlus, Xiaomi e altri ancora, lo riceveranno entro la fine di questo autunno.

 

14 giorni prima del 20 agosto

C’è da dire che l’hype che si era creato dietro era più per il nome che per la sostanza dell’aggiornamento in quanto abbiamo visto tutti le fasi beta prima di questa finale. C’è stato solo un annuncio extra ovvero l’arrivo in futuro di una nuova funzione, Slices, o fette; simpatici quelli di Google. In merito, non sono state fornite molte informazioni se non che si basa sul tema Pie e offrirà ai possessori un fetta di torta come accesso alle app Android quando si utilizza la Ricerca Google.

Leggi anche:  3 Italia regala Samsung Galaxy S9 o S9 Plus con 100 GB attivando ALL-IN Power

Un altro annuncio è quello in merito all’Intelligenza Artificiale e a come sia stata integrata maggiormente in questa nuova era del sistema operativo; addirittura è stato detto che sarà il centro pulsante di tutto. Ci saranno delle funzioni basate proprio sull’IA come la batteria e luminosità adattiva e App Actions; in sostanza, il nostro telefono cresce con noi e impara cosa vogliamo e quando lo vogliamo, all’incirca. Dovrebbe anche arrivare una funzione chiamata benessere digitale anche se, come Slices, non sarà disponibile da subito.

Cosa aspettate, se avete l’occasione, acchiappate una fetta.