postepay

Nelle scorse ore vi abbiamo parlato di alcune truffe che hanno come protagonista al Postepay. Alcuni hacker stanno utilizzando finti canali social per ingannare centinaia di possessori della carta prepagata. In molti sono finiti nel tranello, denunciando mancanze di fondi dal proprio conto postale.

 

I consigli per evitare truffe con PostePay

Poste Italiane, come ovvio, non ha un ruolo in questa vicenda, se non quello di azienda danneggiata. Allo stesso modo, è bene specificare come Postepay rappresenti una garanzia in termini di sicurezza. Spesso, la perdita di soldi è frutto di un utilizzo sconsiderato da parte dei clienti.

Per questo motivo, Poste Italiane, nelle ultime ore chi ha tenuto a chiarire che è altamente sconsigliato scambiare messaggi con presunti tecnici che ci contattano senza autorizzazione via social. Gli unici canali ufficiali per parlare di Postepay sono le pagine certificate del brand, contraddistinte dalla classica spunta blu.

Leggi anche:  Truffe Online: nuove minacce per l'IBAN di Unicredit, BNL, SanPaolo e altre banche

Insieme a questo consiglio legato alle vicende contemporanee, è bene allegare quelle che sono le direttive classiche per l’uso della prepagata.

La carta è strettamente riservata ed i propri dati (specialmente il PIN ed il codice a tre cifre sul retro) non devono essere comunicati a nessuno. Anche i codici di accesso al sito ufficiale di Poste devono essere personali. Allo stesso modo, gli utenti devono sempre verificare l’attendibilità di siti e portali attraverso cui avvengono gli acquisti.

Osservare queste regole ci farà dormire sonni tranquilli con la nostra Postepay.