I social media sono diventati parte della vita moderna. Non sempre sono un vantaggio, vi basta pensare a quanti danni può recare “condividere troppo”, su Instagram e non solo. Il cosiddetto oversharing.

Secondo una nuova ricerca, vantarsi di oggetti o vacanze costose online potrebbe aumentare notevolmente il rischio di essere derubati. Ci sono accaduti recenti che dimostrano la validità di tali affermazioni. Un britannico su 12 ha segnalato un furto con scasso dopo aver postato qualcosa di costoso sui social media. Oltre la metà di questi ha ammesso di aver attivato i tag di localizzazione. Lo studio, realizzato dalla ditta di interni Hillarys, ha interrogato oltre 2000 britannici dai 18 anni in su, tutti con almeno un social media attivo.

Postare contenuti su Instagram, o altrove, ostentando ciò che si ha o si fa, attira più ladri

Quando viene chiesto se si condividono regali o acquisti costosi sui social media, il 51% ha ammesso di farlo. Mentre il 21% ha affermato di condividere per lo più le proprie notizie. Il restante 79% dichiara di condividere in genere anche un’immagine o un video molto dettagliati. Inoltre, spesso c’è il tagging sulla posizione nei post online. Il 52% degli intervistati ha dichiarato di farne uso – cifra salita bruscamente al 79% durante i periodi di vacanza. I ricercatori hanno poi chiesto ai partecipanti se avessero mai rubato o gli fosse stato rubato qualcosa, dopo aver postato cose costose. Uno su 12 (8%) ha detto di sì.

Le cifre crescono dopo l’allarme della società di sicurezza ADT che ha rivelato come il 78% dei ladri usa Facebook e Twitter per mirare a potenziali proprietà. Nel frattempo, gli esperti hanno in precedenza avvertito che il cosiddetto “Insta-bragging” – postare immagini sfarzose delle vacanze su Instagram – potrebbe invalidare la polizza di assicurazione dei contenuti. Questo perché la maggior parte degli assicuratori include una clausola che in futuro potrebbe estendersi alla responsabilità di ciò che decidi di pubblicare sui social media.