Facebook, Twitter sono progettati per funzionare come la'cocaina'Le società di social networking stanno lavorando duramente per farci diventare dipendenti dai loro servizi. Ne sono sempre più convinte le fonti interne alla Silicon Valley. Funzioni quali lo scroll infinito e il pulsante Mi piace rendono le persone che interagiscono con il loro telefono a farlo più del necessario, oltre a nutrire le insicurezze dell’utente.

Aza Raskin, che ha lavorato su Mozilla e Jawbone, ha creato lo scroll infinito nel 2006. Questo ha reso possibile la possibilità di scorrere verso il basso per vedere il contenuto all’infinito, senza nemmeno dover cliccare. “Se non dai al tuo cervello il tempo di recuperare i tuoi impulsi, allora continui a scrollare“, disse.

Raskin dice che la sua intenzione non era quella di far diventare dipendente la gente, ma si sentiva in colpa per l’effetto della sua innovazione. Tuttavia, questo è solo uno dei modi in cui le piattaforme di social networking rendono gli utenti incapaci di fare a meno dei loro servizi. “È come se avessero una cocaina comportamentale e poi la alimentano sulla propria interfaccia, e questa è la cosa che fa tornare al servizio più e più volte“, ha spiegato Raskin. “Dietro ogni schermo del telefono, ci sono solitamente un migliaio di ingegneri che ci hanno lavorato per renderlo il più avvincente possibile“, ha affermato.

Leah Pearlman, che ha creato il pulsante Mi piace di Facebook con Justin Rosenstein, ha ammesso di essere diventata dipendente dal social network mentre cercava di accumulare Mi piace per le sue pubblicazioni. “Quando ho bisogno di consenso, vado a controllare il mio account Facebook.” ha detto. “Mi sento sola, fammi vedere il mio telefono; mi sento insicura, fammi vedere il mio telefono.

L’anno scorso Rosenstein ha notato che il pulsante Mi piace ha provocato un aumento del clickbait. Facebook ha anche reso più facile ai siti web la possibilità di aggiungere il pulsante Mi piace alle loro pagine.

 

Il gigante del Menlo Park ha negato che il suo servizio sia appositamente progettato per creare dipendenza

Le accuse che sono emerse sono imprecise. Facebook e Instagram sono stati sviluppati per portare la gente ad avvicinarsi ai loro amici, alla famiglia e alle cose che contano per loro“, ha detto un portavoce di Facebook e Instagram. “Questo scopo è al centro di ogni decisione progettuale”, ha detto.

Quest’anno, l’amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg ha apportato modifiche al feed delle notizie per aumentare il “periodo di tempo in cui il sito viene utilizzato“. Tuttavia, il responsabile di questa funzione ha ammesso che la società sta ancora “cercando di decifrare” esattamente cosa ciò significhi e ciò implichi.

A giugno, si diceva che Facebook stesse testando uno strumento chiamato “Your Time on Facebook“, progettato per aiutare gli utenti a gestire il tempo trascorso sul sito. Twitter ha rifiutato di commentare l’argomento. Snapchat non ha risposto alla richiesta di commento.