museo selfie Los AngelesIl selfie è diventato ormai oggetto di culto. I produttori di telefonia mobile spingono in direzione di smartphone e soluzioni Hi-Tech in grado di garantire auto-scatti perfetti in ogni condizione. Forse sarà stato per questo che a Los Angeles hanno deciso di inaugurare il primo museo del selfie.

Non si tratta di una moda passeggera. Ma, piuttosto, di una vera e propria forma d’arte che si porta anche in strada grazie alle recenti cabine fototessera di ultima generazione, che abbiamo visto in anteprima in questi giorni spiegandone il funzionamento.

 

Selfie: primo museo dell’auto-scatto

Inaugurato in aprile a Glendale, alla periferia di Los Angeles, il museo dell’auto-scatto sta accogliendo sempre più clienti curiosi di esplorare tendenze e origini di un fenomeno divenuto virale a livello mondiale. I creatori della mostra interattiva, Tommy Honton e Tair Mamedov, hanno voluto rilasciare una propria considerazione in merito a questo innovativo progetto:

“I selfie hanno una storia sorprendentemente ricca che risale a quando l’umanità ha creato l’arte. Rembrandt ha realizzato centinaia di autoritratti, Albrecht Dürer cinque, Van Gogh decine. Qual è la differenza? Evidentemente la tecnica artistica e la portata sono un aspetto, ma in realtà se i telefonini e le macchine fotografiche fossero esistite, tutti avrebbero potuto farne”

Gli si può dare torto? Il selfie è una pratica comune che nel contesto del nuovo museo diviene obbligatoria. I fondatori del progetto contano di estendere la portata della loro idea a tutti gli Stati Uniti attraverso una mostra itinerante. Ma non ci si limiterà solo ai territori degli States, visto che si riferisce di un’expo da estendere a livello internazionale.

Siete curiosi di sapere chi sono i selfie-addicted più sfegatati? In prima posizione abbiamo sicuramente le donne rispetto agli uomini, le quali fanno registrare statistiche degne di nota a San Paolo (65,4%), a New York (61.6%) ed a Mosca, dove il fenomeno raggiunge la vetta dell’82%.

E voi quanti selfie scattate mediamente al giorno? Visitereste questo curioso ed intrigante museo?