Che Bitcoin sia sempre più sulla bocca di tutti, nonostante i detrattori e gli scettici, è un dato di fatto. La rivoluzione tecnologica che aspira a cambiare per sempre l’economia globale compie l’ennesimo “miracolo” e che inserisce di diritto il suo creatore Satoshi Nakamoto di diritto tra gli aspiranti al premio Nobel per l’Economia, raggiunge un altro importante traguardo. A Singapore, infatti, la storica criptovaluta sarà stampata e diventerà una vera e propria banconota.

A Singapore Bitcoin diventa una banconota

bitcoin

Ognuno di noi è a conoscenza del fatto che Bitcoin (la tecnologia) e bitcoin (la criptovaluta) non sono tangibili, ossia non hanno una controparte fisica. Da alcuni giorni, però, non sarà più così. In rete, già da diversi mesi circolano (Prime o dalla Cinamonete rappresentative e celebrative di quel che si appresta ad essere una delle più grandi rivoluzioni del XXI secolo. I tagli disponibili sono da 0.01 BTC e 0.05 BTC (equivalenti a circa 80 e 400 euro.

bitcoinIl lancio della nuova splendida banconota è stato annunciato lo scorso martedì nello store Megafash Suntec City di Singapore. «Available immediately in denominations of 0.01 and 0.05 BTC, Tangem Notes radically improve the simplicity and security of acquiring, owning, and circulating cryptocurrencies for both sophisticated and incoming users», questo quanto annunciato dall’azienda. Tradotto, significa che lo scopo principale di queste nuove banconote sarà quello di semplificare il trasporto e lo scambio della criptovaluta, al fine ultimo di renderla sempre più diffusa in tutto il mondo.

Non sono ancora disponibili, dunque, le banconote effettivamente stampate. Ma la società ha dichiarato che arriveranno presto. Per il momento i primi 10.000 esemplari saranno destinati a partners del progetto e distributori. Chissà tra qualche anno quale sarà il loro valore, specialmente con riferimento agli appassionati ed ai collezionisti. Quasi sicuramente vi sarà un netto rialzo, anche rispetto allo stesso prezzo di BTC.

Leggi anche:  Facebook nega le intenzioni di accedere ai dati finanziari dei propri utenti

Come funzionano le nuove banconote di bitcoin

bitcoinVi starete chiedendo: «Ma come faremo a sapere se sono false o meno?». Qui, ancora una volta, verrà in nostro supporto la tecnologia. Ogni banconota, infatti, sarà dotata di un chip NFC, attraverso il quale sarà possibile comunicare con il proprio smartphone e verificarne l’autenticità.

Da segnalare, inoltre, che il contenuto in BTC della banconota potrà essere trasferito con facilità e senza alcuna commissione applicata ad un qualsiasi wallet digitale, nonché senza dover attendere la conferma da parte dell’intera blockchain. Naturalmente, infine, le banconote saranno dotate dell’ultimo protocollo di sicurezza in campo criptovalute: EAL6+. In questa maniera, dunque, sarà realmente impossibile replicare il wallet ed il suo contenuto. A testimonianza, ancora una volta, che BTC è davvero un asset capace di scardinare una volta per tutte il concetto di indublicabilità informatica.

Di certo, in ogni caso, non è il primo caso nella storia. Ciò nonostante, la notizia è stata diffusa sul sito ufficiale dell’organizzazione bitcoin, che ne approva, pertanto, tacitamente il progetto. Non si può aver certezza sul valore di bitcoin e sul suo andamento nei mesi che verranno, però, una cosa è certa: comunque vadano le cose Bitcoin è e resterà per sempre una rivoluzione in campo economico/digitale!