TIM VIsionTIM Vision è la piattaforma in streaming dell’omonimo operatore locale di telefonia mobile e fissa che offre il vantaggio di un sistema ricco di contenuti Cinema, Serie TV e Documentari. Grazie ad un nuovo accordo stabilito con Vision Distribution potremo finalmente ottenere un anticipo sui tempi di concessione dei Film usciti al cinema.

TIM Vision ed i nuovi film Cinema

Con le nuove offerte Tim Connect la società concede anche il servizio Vision che garantisce accesso illimitato e gratuito alla piattaforma in streaming per Film, Documentari, Serie TV e contenuti esclusivi.

Uno dei problemi che gli utenti presentano è però quello della scarsità di video aggiornati e per questo si è stabilito un accordo secondo cui i titoli Vision Distribution dovranno giungere agli utenti entro e non oltre 4 mesi dalla loro uscita al cinema. Si prevede che Vision Distribution distribuisca almeno un titolo all’anno tra quelli prodotti da TIMVision, Al riguardo si sono espressi i maggiori interessati nelle persone di Daniela Biscarini e Andrea Scrosati. 

In particolare, Daniela Biscarini, Responsabile Multimedia Entertainment & Consumer Digital Services di TIM, ha dichiarato:

Leggi anche:  Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad tra aumenti e nuove tariffe per novembre 2018

“Questo importante accordo conferma il nostro costante impegno sull’offerta di TIMVISION che ci porta ad investire sul cinema più amato e sulla migliore creatività della produzione italiana. Un altro nuovo progetto che si inserisce nel nostro percorso dedicato alla distribuzione digitale e alla coproduzione di film. Grazie a Vision Distribution, realtà giovane e innovativa sul mercato, i nostri clienti avranno la possibilità di vedere con anticipo film italiani di grande richiamo, a pochi mesi dall’uscita in sala”

Mentre Andrea Scrosati, Presidente di Vision Distribution Andrea Scrosati, ha aggiunto:

“Oggi l’industria culturale italiana ha davanti una grande sfida: quella di innovare i propri modelli di business per costruire nuove opportunità di valorizzazione della straordinaria creatività e talento che il nostro paese sa offrire. Questo accordo va esattamente in questa direzione: creando di fatto una nuova “finestra” di diritti che sino ad oggi non esisteva sul mercato e dimostrando che aziende diverse possono lavorare assieme garantendo crescita incrementale per tutta la filiera”.