Un iPhone in carica fa bruciare una fattoria
Un iPhone in carica fa bruciare una fattoria

Un iPhone difettoso sembra sia stato l’origine di un incendio che ha completamente distrutto una fattoria in Canada. L’azienda ha anche già proposto un risarcimento ai titolari.

In Canada una coppia di cittadini, proprietari di una fattoria andata distrutta, ha chiesto ad Apple un risarcimento di 600.000 dollari a causa di un iPhone difettoso che ha scaturito l’incendio.

Un iPhone difettoso in carica distrugge una fattoria in Canada

La coppia ha spiegato che l’incidente ha portato alla chiusura dell’attività di famiglia, l’intero sito agricolo è stato spazzato via dalle fiamme. Secondo loro non ci sono dubbi, è stato un iPhone difettoso in carica a far partire la scintilla. Più precisamente un iPhone 6 acquistato da appena tre mesi, l’incidente è avvenuto nel lontano ottobre 2016.

I vigili del fuoco hanno trovato il dispositivo annerito e gli investigatori hanno ipotizzato un possibile surriscaldamento del telefono o del caricabatteria. La scintilla ha inizialmente incendiato una sedia da cui poi sono partite le fiamme che hanno distrutto l’intera proprietà.

Leggi anche:  Apple potrebbe rilasciare iOS 12.1 martedi’ 30 ottobre, assieme alle nuove eSIM

In queste foto potete notare il dispositivo totalmente bruciato e il cavo di alimentazione. Dal momento dell’incendio è partita la battaglia legale tra i due coniugi, l’assicurazione ed Apple che non sembrano raggiungere un accordo. L’azienda è pronta a risarcire la famiglia ma dopo aver visto ciò che rimane di quell’iPhone in modo da comprendere se questo sia davvero la causa dell’incendio. L’assicurazione però non ha mai voluto consegnare ciò che rimane del dispositivo.

Per questo, Apple essendo stata privata di visionare il dispositivo, non potrà avanzare nessuna proposta di risarcimento. Come ben ricorderete non è la prima volta che un iPhone prende fuoco. Sicuramente si tratta di iPhone difettosi e di casi sporadici, però è sempre meglio non lasciare alcun tipo di dispositivo in carica senza che nessuno possa intervenire in caso di necessità.