Facebook lo ha fatto. Il social network permette di pubblicare in tre dimensioni interattive. Una forma di messaggio nella sezione Notizie che ha cominciato a testare lo scorso ottobre e che la piattaforma ha perfezionato da allora.

Le pubblicazioni 3D supportano ora il formato di file standard del settore gITF 2.0, che consente di aggiungere trame, illuminazione e rappresentazione realistica di oggetti ruvidi o luminosi. Ciò consente agli sviluppatori di creare applicazioni di modellazione 3D e, persino, videocamere 3D in grado per condividere i prodotti direttamente su Facebook.

In pratica, gli utenti saranno in grado di prendere pubblicazioni in 3D dal News Feed e portarle sulla piattaforma di realtà virtuale Facebook Spaces, che ha luoghi di ritrovo sociali basati sulla stessa tecnologia.

Questo aggiornamento fa parte delle fasi del piano di Facebook di combinare la realtà virtuale e le tecnologie di realtà aumentata nel suo feed di notizie. Lo stesso che è già utilizzato da marchi come LEGO o Clash of Clans. “Stiamo cercando di rendere il 3D una parte nativa dell’ecosistema di Facebook“, afferma Ocean Quigley, direttore creativo della realtà virtuale per Facebook. “La fase tre è quella di permettere a questi oggetti tridimensionali entrare nella realtà aumentata“.

Secondo Quigley, il processo è una progressione naturale per un social network che passa dal testo alle foto, ai video e ai media coinvolgenti. “Stiamo cercando di stabilire i passaggi fondamentali per Facebook e portare gli utenti nei loro mondi 3D di realtà virtuale e realtà aumentata“.

Per il pubblico

Quando si desidera pubblicare un’immagine 3D su Facebook, è possibile scegliere un colore di sfondo e una trama per configurarlo. Secondo Quigley, l’idea è di “mantenere il flusso di merci abbastanza semplice e razionalizzato“, al fine di condividere le pubblicazioni ad alta tecnologia con competenze di base e intuitive. Secondo l’esecutivo, il formato gITF 2.0 è il “3D JPEG”. Sottolinea, inoltre, che questo tipo di file è supportato anche da Google e Microsoft. Mentre Facebook annuncia che, se il tuo file 3D è di un altro formato, puoi convertirlo in questo standard attraverso la sua applicazione GitHub.

Le opportunità per questa tecnologia su Facebook sono molto grandi, secondo gli specialisti. Dalla possibilità di rendere i profili più dinamici agli oggetti in vendita in modo che l’acquirente sappia come è realmente sono solo alcuni aspetti di questa nuova opportunità per tutti gli iscritti.