androidoreo mi a1Negli scorsi giorni, la Xiaomi ha sospeso per la seconda volta l’aggiornamento ad Android Oreo per gli Xiaomi Mi A1, primo dispositivo Android One sviluppato dall’azienda cinese, a causa della presenza di alcuni bugs la cui risoluzione dovrebbe essere rilasciata nei prossimi giorni.

Xiaomi e la tragica epopea verso l’aggiornamento ad Android Oreo

La prima versione di Android Oreo è stata rilasciata lo scorso agosto: si tratta, in via generale, di un aggiornamento che introduce delle migliorie al sistema operativo, aumentando la velocità di reazione del dispositivo sul quale tale versione viene installata, oltre che piccole modifiche apportate al design dell’interfaccia grafica.

Anche lo Xiaomi Mi A1 si è preparato ad accogliere l’aggiornamento, ma non lo ha fatto nei migliori dei modi. Già a partire dai primi giorni dalla data del rilascio dell’aggiornamento, infatti, molti utenti hanno cominciato a lamentare la presenza di numerosi bugs e malfunzionamenti che compromettevano il corretto utilizzo dello smartphone. La nota azienda cinese, dunque, si vide costretta ad interrompere il rilascio di Android Oreo sugli Xiaomi Mi A1 per poi riprenderne la diffusione una volta corretti i bugs segnalati dagli utenti più attenti.

Leggi anche:  Xiaomi Mi Band 3 Explorer Edition si mostra ancora in alcune immagini

Sospeso nuovamente l’aggiornamento ad Android 8.0

Eppure, nonostante il rilascio di una nuova versione di Android Oreo che avrebbe dovuto correggere i bugs ed i malfunzionamenti segnalati dalla comunità, sembrerebbero esserci ancora numerosi fastidiosi insetti che ostacolano la corretta esecuzione del sistema operativo. Pochi giorni fa, infatti, la Xiaomi ha nuovamente sospeso il rilascio dell’aggiornamento ad Android Oreo a causa della forte segnalazione di bugs avanzata dagli utenti.

Ancora non è stata precisata la data di ripresa dell’aggiornamento, anche se è stato comunque fatto presente che il team di sviluppatori si sarebbe adoperato al più presto per la risoluzione (si spera definitiva) di questi numerosi errori. Dunque, si aspetta il rilascio della versione funzionante entro i prossimi giorni.