Uno dei vantaggi degli smartphone di Google, Nexus prima Pixel ora, è la velocità con cui ricevano gli aggiornamenti del sistema operativo. Una cosa ovvia visto che Android è uno dei figli della compagnia Californiana la quale, adesso, ha anche altri obiettivi. Vuole progettare e produrre dei chipset da usare nei suoi dispositivi così da poter essere ancora più competitivi. Per fare questo però ha bisogno di personale esperto nel settore.

L’assunzione di uno specialista

Per questo Google ha ingaggiato John Bruno, un noto progettista di tali chip che lavorava con Apple. Nella compagnia della mela gestiva un gruppo di analisi e nel 2012 aveva lavorato su una serie di chip per gli iPhone. Oltre a questo, precedentemente, è stato capo ingegnere presso il produttore di chip AMD.

Non è la sola assunzione fatta da Google. Nel recente passato avevano ingaggiato altri esperti di Apple tra cui Manu Gulati, Wonjae Choi e Tayo Fadelu.

Con questa azione è palese la mira di Google a sviluppare dei chip specializzati per i suoi di smartphone, e anche degli altri dispositivi come i Chromebook. Se riuscisse nell’intenzione di creare dei chip più veloci o più efficienti dal punto di vista energetico rispetto alla concorrenza diventerebbe leader nel settore.