huawei 5gI rinnovamenti apportati da Huawei sono stati raggiunti grazie a dei test che sono stati tenuti in diverse città del mondo, fra cui Berlino, Pechino e Seoul.
Inoltre, la cooperazione tra Huawei e Deutsche Telekom, ha dato il via alla prima connessione 5G mai realizzatasi in Europa su una rete commerciale basata su standard 3GPP di ultima generazione. In particolare, il collegamento di rete 5G, avvenuto sulla rete della compagnia Deutsche Telekom di Berlino, ha supportato una banda di oltre 2 Gbps, con una latenza inferiore ai 3 millisecondi a 3.7 Ghz. Tutto questo è stato possibile grazie agli impianti della Huawei che ha supportato standard 3GPP per 5G New Radio, ovverlo il riferimento relativo alla gestione delle trasmissioni radio, presto inserito nella rete 5G. In più, la rete del 5G New Radio ha permesso all’azienda cinese e a Deutsche Telekom di configurare una connessione su rete LTE.

Si sono verificate anche altre importanti innovazioni, sempre grazie alla Huawei, nell’ambito di alti livelli di capacità trasmissiva della banda C. Proprio in questo ambito si certificano, infatti, altissime cifre come 20 Gbit/s. Il traguardo è frutto di programmi focalizzati appositamente sulla ricerca e sullo sviluppo, con l’obiettivo di affermare il primato della società.

La tecnologia 5G sempre più vicina

I test sulla nuova tecnologia 5G sono stati, altresì, analizzati e certificati nel distretto di Huairou a Pechino, attraverso attente e dettagliate analisi. Proprio lì Huawei ha scelto di utilizzare le tecnologie Radio 5G, che sono, eppure, ancora in fase di verifica, quali il codice Polar, il Massive MIMO e canali a larga banda da 200 MHz e altre celle operanti a frequenze 3.5 GHz e/o 4.9 GHz. L’adozione di tali reti è volta a migliorare la copertura e a spingere in avanti il processo di innovazione, sperimentando sempre più il 5G.

Leggi anche:  Huawei: rivenditore pubblica le specifiche e il prezzo del Mate 20

A Seoul, nel distretto di Sangam, l’azienda cinese ha volto molte altre verifiche che hanno confermato il raggiungimento del successo della prima fase di sperimentazione del 5G. Nel distretto, infatti, è stata progettata una eventuale commercializzazione grazie alla rete suddetta e nel dettaglio grazie all’utilizzo dei sistemi end-to-end 5G con 5G gNodeB e Ng Core. L’analisi effettuata nelle sedi ha offerto dei particolari che hanno decretato esiti notevoli per quel che riguarda la copertura della rete e alla sua potenzialità urbana e di traffico dati.

Grazie alla consapevolezza di aver raggiunto ottimi traguardi, LG U+ seguiterà indubbiamente a collaborare con la società cinese. L’obiettivo principale su cui ci si focalizzerà è quello di estendere la rete del 5G e ciò può essere realizzato con l’aiuto di test sempre più serrati, tenendo a mente il traguardo necessario dello sviluppo del servizio digitale.